rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Economia Tribunali-Castellammare / Via Lincoln

Giornale di Sicilia, proclamati 3 giorni di sciopero

Il Comitato di redazione della testata lamenta l'adozione di scelte unilaterali da parte dell'azienda "che contraddice e rimette in discussione formalmente l'accordo siglato in sede romana e all'ufficio provinciale del lavoro"

L'assemblea di redazione del Giornale di Sicilia ha affidato al Comitato di redazione un pacchetto di 10 giorni di sciopero; i primi 3 sono stati proclamati da oggi fino a mercoledì 26 ottobre.

"Il comitato di redazione del Giornale di Sicilia e tutti i giornalisti hanno accettato con grande senso di responsabilità la cassa integrazione dopo una lunga trattativa con l'azienda - si legge in una nota del Cdr -. Un pesante sacrificio che comporta una riduzione del 18,50 per cento dello stipendio. La vertenza è iniziata lo scorso giugno e la cassa integrazione è partita dalla scorsa settimana. Nel frattempo la direzione non ha ancora comunicato il piano definitivo dell'organizzazione del lavoro che dovrà valere per i prossimi due anni".

"Oggi la direzione ha comunicato un aumento dei carichi di lavoro e una nuova organizzazione, senza avere mai parlato di questo con il Cdr. - prosegue la nota - Una decisione grave, adottata peraltro alla vigilia di un incontro tra direzione e azienda, previsto per il prossimo giovedì. Non capiamo, nè accettiamo questa improvvisa accelerazione, che peraltro contraddice e rimette in discussione formalmente l'accordo siglato in sede romana e all'ufficio provinciale del lavoro che prevede la riduzione, proporzionale al numero dei redattori messo in casso integrazione, della produzione". La redazione e il Cdr hanno respinto "con forza questo progetto".

LA NOTA DEL SINDACO - "Se ogni azienda è importante, ancor di più lo è una azienda che fornisce informazione assolvendo ad una funzione essenziale per la comunità. Nella vertenza del Giornale di Sicilia, questo è un elemento ulteriore di preoccupazione, oltre ovviamente a quelli legati all'occupazione e alla garanzia del reddito per i lavoratori coinvolti. Per il bene dell'azienda e dei suoi lavoratori e giornalisti, ma anche e soprattutto per il bene della comunità che ha diritto ad una informazione di qualità, mi auguro che il Giornale possa è voglia proseguire la sua lunga storia per informare con professionalità e attenzione,  per cui è requisito indispensabile una adeguata presenza di giornalisti con professionalità all'altezza delle aspettative della città". Lo ha detto il sindaco Leoluca Orlando.

SOLITADARIETA' DALLA CISL PALERMO TRAPANI. “L’informazione che dà voce a tutte le questioni centrali per il futuro della città di Palermo, Trapani e di tutte le altre città dell’Isola, alle vertenze, alle emergenze, non può fare a meno dell’importante storica testata giornalistica. Ci auguriamo – commenta Daniela De Luca segretario Cisl Palermo Trapani – che si possa trovare presto una soluzione alla vertenza che tuteli i livelli occupazionali e i diritti di tutti i lavoratori, giornalisti e poligrafici della redazione”.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giornale di Sicilia, proclamati 3 giorni di sciopero

PalermoToday è in caricamento