Venerdì, 30 Luglio 2021
Economia

Teatro Massimo, sindacati chiedono a Gentiloni e Franceschini stabilizzazione precari

L'incontro al termine della cerimonia di apertura dell’anno di Palermo Capitale Italiana della Cultura. Il ministro ha confermato il suo massimo impegno per il reperimento delle risorse necessarie per il comparto

La cerimonia di inaugurazione di Palermo capitale della cultura 2018

Al termine della cerimonia di apertura dell’anno di Palermo Capitale Italiana della Cultura,  il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni e il ministro dei Beni e delle Attività culturali Dario Franceschini hanno incontrato, insieme al sindaco Orlando e al sovrintendente Giambrone, i rappresentanti dei sindacati della Fondazione Teatro Massimo. Il sindaco e il sovrintendente hanno fatto presente che è stato da poco approvato l’ultimo bilancio del piano di risanamento, bilancio che conferma che per il quinto anno consecutivo i conti sono in ordine, e che dunque il Teatro sta definitivamente consolidando a tutti gli effetti il percorso virtuoso intrapreso alcuni anni fa. 

Palermo è capitale italiana della cultura, Gentiloni: "Grazie, italiani orgogliosi di voi" | Video

Il 2018 dovrà essere utilizzato per mettere in sicurezza per il prossimo anno tanto gli aspetti organizzativi quanto gli aspetti funzionali, con una particolare attenzione alla politica del personale. Per far questo occorreranno anche interventi specifici da parte del ministero, che potranno essere contenuti nei decreti attuativi del codice dello spettacolo di recente approvato. Il ministro ha confermato il suo massimo impegno per il reperimento delle risorse necessarie, impegno che già si iscrive nell’incremento per gli stanziamenti per la cultura che il governo ha già realizzato. Ha anche confermato che i decreti attuativi conterranno certamente norme che premieranno tutte le fondazioni virtuose.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Teatro Massimo, sindacati chiedono a Gentiloni e Franceschini stabilizzazione precari

PalermoToday è in caricamento