Città metropolitana, firmato il rinnovo del contratto: “Aumenti per oltre 250 lavoratori”

L'accordo sul documento arriva dopo una lunga contrattazione. Previsto anche il pagamento quadrimestrale della produttività: "Consentirà di evitare ai dipendenti di dover pagare oneri in più e l’avvio delle progressioni orizzontali valorizzerà le competenze del personale"

Palazzo Comitini, sede della Città metropolitana di Palermo

Raggiunto l’accordo sul rinnovo contrattuale dei dipendenti della Città metropolitana di Palermo: i sindacati hanno firmato oggi il documento che prevede progressioni economiche orizzontali per oltre 250 lavoratori e il pagamento quadrimestrale della produttività.

“Finalmente - dice Nicola Scaglione del Csa-Cisal - si conclude una lunga contrattazione che ha visto il Csa-Cisal protagonista con le sue proposte, oggi tutte recepite nell’accordo. Il pagamento della produttività ogni quattro mesi consentirà di evitare ai dipendenti di dover pagare oneri in più e l’avvio delle progressioni orizzontali valorizzerà le tante competenze del personale. Abbiamo mantenuto - conclude il sindacalista - gli impegni presi a luglio 2018, nonostante le perplessità di chi, oggi, ha comunque firmato l’accordo riconoscendo la bontà delle nostre rivendicazioni”.

“L’approvazione del bilancio della Città Metropolitana, che ha registrato una condizione di pareggio nonostante tagli nazionali e regionali - dice Leoluca Orlando - costituisce la premessa e trova conferma nell’importante accordo stipulato con le Organizzazioni Sindacali per il riconoscimento di diritti e delle progressioni di oltre 250 lavoratori dell’Ente".

L'accordo è stato sottoscritto dalle organizzazioni sindacali Fp Cgil, Cisl Fp e Uil Fp e dal coordinamento delle Rsu: "Lo scatto economico - spiegano i sindacati in una nota congiunta - interessa circa la metà dei lavoratori aventi diritto, rimasti fuori dalle precedenti progressioni del 2017. Parteciperanno anche le nuove fasce apicali. Il contratto decentrato firmato prevede l'erogazione di un anticipo di otto mesi di premi delle performance per l'anno 2019 e il fondo con le indennità che devono essere elargite ai lavoratori".     

“L'accordo - aggiungono i segretari generali  di Fp Cgil Palermo Giovanni Cammuca, Cisl Fp Palermo Trapani  Salvatore Badami e Uil Fp Salvatore Sampino  assieme ai coordinatori Rsu Saverio Cipriano e Maurizio Magro Malosso - è stato raggiunto dopo lunghe e complesse trattative e dà risposte ai dipendenti della Provincia  in un momento di temporeggiamento per il rinnovo del contratto. Un importante traguardo al quale si arriva nonostante le criticità finanziarie dell’Ente che per l’esercizio 2018 non hanno permesso di approvare il bilancio di previsione ma solo il rendiconto. La determinazione e assiduità nella attività svolta al tavolo di delegazione delle scriventi ha consentito il raggiungimento di questo importante traguardo, grazie anche all’approvazione del bilancio di previsione 2019, che ha permesso all’Ente di affrontare con maggiore tranquillità le trattative. Tutto ciò – concludono i sindacati - rappresenta la base per le future trattative per il raggiungimento di altri importanti obiettivi a beneficio di tutti i lavoratori che rappresentiamo nell’Ente”. 

Articolo aggiornato il 14 novembre alle 17.33 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente in via Pitrè, muore travolto da uno scooter mentre passeggia con il cane

  • "C'è un uomo con un mitra sotto braccio!": panico alla Cala, arrivano le squadre speciali

  • Omicidio di Ana Maria, parla l'ex compagno: "Mi ha detto che aspettava un figlio da me"

  • Poliziotti si fingono inquilini e scovano super latitante in casa: arrestato Pietro Luisi

  • Incidente a Partinico, perde il controllo dello scooter e cade: morto 21enne

  • Zona via Belgio, si suicida lanciandosi dal quarto piano: paura davanti a una scuola

Torna su
PalermoToday è in caricamento