Economia Montepellegrino / Via Anwar Sadat

Fiera del Mediterraneo, pignorati gli stipendi dei 34 dipendenti

Due creditori hanno notificato alla Cassa regionale due atti di pignoramento per oltre 350 mila euro. L'ente è stritolato da 20 milioni di debiti. Caputo: "Come sempre a pagare sono i lavoratori"

In passato hanno perfino protestato perchè venivano pagati per non lavorare. Per stare ore e ore negli uffici senza luce, telefono e... niente da fare. Adesso cade una nuova tegola sui 34 dipendenti della Fiera del Mediterraneo, chiusa da mesi e stritolata da circa 20 milioni di debiti. I dipendenti adesso sono anche rimasti senza paga. La loro quattordicesima e gli stipendi sono stati pignorati da due creditori, "Officine Grafiche Riunite e DG. Eventi", spiega il presidente della Commissione parlamentare Attività produttive della Regione siciliana, Salvino Caputo.

"Hanno notificato alla Cassa regionale due atti di pignoramento per oltre 350 mila euro, che hanno di fatto bloccato la erogazione degli stipendi ai lavoratori. Questo dimostra lo stato di gravissima precarietà in cui versano i lavoratori e la stessa Fiera del Mediterraneo. Ancora una volta - aggiunge il parlamentare - a pagare le conseguenze di uno stato di totale disastro sono sempre i lavoratori. La Regione deve immediatamente intervenire per dichiarare la impignorabilità degli stipendi e garantire il futuro dei lavoratori nell'attesa della decisione sulla sorte dell'Ente Fiera".

Sulla vicenda interviene anche il presidente dell'Ars, Francesco Cascio: "Ritengo molto preoccupante la situazione in cui versano i dipendenti della Fiera del Mediterraneo, per cui ho concordato con l'assessore Venturi l'inserimento di un emendamento all'interno della legge di riforma delle Asi che abbiamo già incardinato, affinché la Regione possa intervenire prontamente per dichiarare l'impignorabilità degli stipendi e rasserenare i lavoratori nelle more della decisione sulla sorte dell'ente". "Con l'assessore Venturi - aggiunge Cascio - abbiamo ragionato anche dell'ipotesi di convertire l'area oggi dedicata alla Fiera in un centro congressi, che potrebbe rivelarsi strategico per l'economia siciliana". "Sono certo - conclude Cascio - che questo emendamento troverà la sensibilità dei deputati, perché è un dovere istituzionale sostenere le professionalità e i dipendenti che ad oggi hanno lavorato per l'ente".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fiera del Mediterraneo, pignorati gli stipendi dei 34 dipendenti

PalermoToday è in caricamento