Economia

Fiat di Termini Imerese, il ministero convoca le parti

Lo Sviluppo economico ha fissato il 5 ottobre un nuovo incontro per il futuro del polo industriale. Il sindaco Burrafato: "Troppe volte siamo tornati da Roma a mani vuote". Intanto gli operai sono in assemblea

Il ministero dello Sviluppo economico ha convocato per il 5 ottobre un nuovo incontro per il futuro del polo industriale di Termini Imerese. La notizia, diffusa dal sindaco Salvatore Burrafato, arriva alla vigilia dell'assemblea che il consiglio di fabbrica ha indetto per domani nell'aula consiliare del Comune.

La mancata convocazione delle parti aveva alimentato tensioni e preoccupazioni tra gli ex lavoratori della Fiat e delle aziende dell'indotto che chiedono certezze anche sul destino degli esodati. "Troppe volte - ha detto il sindaco - siamo andati a Roma senza avere prospettive concrete per tornare al lavoro".

"Oltre alle assicurazioni sugli esodati e sugli ammortizzatori sociali per i lavoratori della Fiat e dell'indotto – ha aggiunto – aspettiamo di aver chiaro che prospettive sono venute fuori dell'azione del Ministero che, alcuni mesi fa, ha ritenuto di dover avviare una nuova ricerca di produttori di auto pronti a venire a rilevare lo stabilimento di Termini Imerese. I lavoratori sono stanchi e disperati e rivendicano di sapere quali prospettive ci sono dopo ben due anni dallo scellerato annuncio di chiusura dello stabilimento Fiat".

OPERAI IN ASSEMBLEA. Intanto gli operai sono in assembla stamane nell'aula consiliare di via Garibaldi. La minaccia di una nuova mobilitazione e dura protesta è stata in parte neutralizzata dalla notizia della convocazione del tavolo al ministero dello Sviluppo economico. Ma le tute blu chiedono di blindare ulteriormente il meccanismo degli ammortizzatori sociali, in riferimento in particolare al secondo anno di cassa integrazione per l'indotto.

E soprattutto di definire in maniera risolutiva la partita sul versante della riconversione e del rilancio del polo produttivo, dicendo una parola definitiva sull'ipotesi Dr Motor e sulla compatibilità di altre soluzioni. (Ansa)
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fiat di Termini Imerese, il ministero convoca le parti

PalermoToday è in caricamento