rotate-mobile
Venerdì, 3 Febbraio 2023
Economia

Commercio, i sindacati: "Via libera alla Ergon Spa, tutelati i 2.600 lavoratori"

Tutti i lavoratori per effetto della fusione proseguiranno il rapporto di lavoro con la nuova società che applicherà il contratto nazionale di categoria della Distribuzione Moderna Organizzata

Via libera alla fusione per incorporazione di quattro aziende siciliane nel gruppo Ergon nel settore della media e grande distribuzione. La Ergon Scarl, Medial Franchising, Alioto Spa, Merkant Srl e Sd Immobiliare Spa si uniranno nella Ergon Spa, società ragusana con capitale sociale di 25 milioni di euro interamente versato, una rete di vendita diretta di 138 punti tra Sicilia e Calabria e una rete di affiliazione sia a insegna Despar sia Ard di circa 250 punti vendita, con un patrimonio di 2.600 dipendenti.

Tutti i lavoratori per effetto della fusione proseguiranno il rapporto di lavoro con la nuova società che applicherà il contratto nazionale di categoria della Distribuzione Moderna Organizzata.

I sindacati, per voce dei segretari generali Sandro Pagaria, Giusi Sferruzza e Marianna Flauto, rispettivamente della Filcams Cgil Sicilia, della Fisascat Cisl Sicilia e della Uiltucs Sicilia, spiegano che “questa azienda con la fusione diventerà una delle aziende leader nella grande distribuzione alimentare in Sicilia sotto l’egida del marchio Ergon, che diventa una spa con 2.600 lavoratori garantiti alle medesime condizioni economiche e contrattuali, e tutelati in tutti gli aspetti di legge. C’è l’impegno dell’azienda a organizzare un incontro entro marzo per un confronto sul processo di armonizzazione che si rende necessario tenendo conto del fatto che vengono incorporate aziende diverse per storia e modello organizzativo. Siamo soddisfatti perché si apre un capitolo nuovo per i lavoratori e certamente un’azienda di questa entità offre una maggiore garanzia per tutti loro”.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Commercio, i sindacati: "Via libera alla Ergon Spa, tutelati i 2.600 lavoratori"

PalermoToday è in caricamento