Mercoledì, 12 Maggio 2021
Economia

Edilizia privata, migliaia di pratiche inevase al Comune

Il presidente di Ance Palermo Massimiliano Miconi: "Burocrazia lenta e inefficiente, un problema che si presenta ogni anno e al quale mai, nel tempo, è stata trovata una soluzione seria"

E' il collasso dell’Edilizia privata. Sono migliaia di pratiche inevase al Comune di Palermo secondo il resoconto presentato ieri da un dirigente in commissione Urbanistica. E arrivano critiche dall'Ance, l'Associazione nazionale costruttori edili che rappresenta gli imprenditori privati operanti nei settori delle opere pubbliche e dell'edilizia abitativa. 

"Le pratiche che giacciono inevase negli uffici dell’Edilizia privata al Comune di Palermo sono l’emblema della burocrazia così come siamo abituati a pensarla: lenta e inefficiente. Un problema che si presenta ogni anno e al quale mai, nel tempo, è stata trovata una soluzione seria", afferma il presidente di Ance Palermo Massimiliano Miconi.

"Un ritardo ancora più grave quest’anno che, a causa del Covid – continua Miconi – tutte le opere pubbliche hanno subito una brusca frenata e il fronte dei lavori privati avrebbe potuto rappresentare per la nostra categoria una piccola boccata d’ossigeno. I tempi che un cittadino o un professionista che vuole fare il suo lavoro sono costretti ad aspettare a causa della lentezza nell’espletamento di tutte le pratiche non solo sono insostenibili economicamente per il singolo, ma arrecano anche un grave danno all’economia della città in generale".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Edilizia privata, migliaia di pratiche inevase al Comune

PalermoToday è in caricamento