rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Economia Politeama / Via Riccardo Wagner

Shampoo e colori biodegradabili con prodotti siciliani: la scelta green di un parrucchiere palermitano

Salvo Cannizzaro, con la moglie Giovanna Di Salvo, gestisce l'Ecosalon in via Wagner. Entro il 2023 la loro attività avrà un impatto ambientale pari a zero: "Dai capelli che tagliamo nasceranno delle spugne per pulire il mare"

Entro il 2023 la loro attività avrà un impatto ambientale pari a zero. Un obiettivo ambizioso quello di Salvo Cannizzaro e sua moglie, Giovanna Di Salvo, che gestiscono l'Ecosalon in via Wagner e che da meno di un mese hanno aperto anche a Bagheria. Un salone dove il rispetto del pianeta conta almeno tanto quanto saper fare un bel taglio. Il colore utilizzato dal parrucchiere e dai suoi collaboratori sulle clienti è biodegradabile così come lo shampoo, fatto in parte con le proteine del latte e con ingredienti (anche siciliani) presidio slow food, come i capperi di salina, o le olive di Ficarra, in provincia di Messina.

Prodotti usati anche per realizzare degli ottimi piatti da mettere a tavola. Ed è per questo che all'interno della parruccheria è possibile trovare e sfogliare, magari mentre si attende il proprio turno, anche un libro di ricette. Gli arredi sono stati fatti con materiali di riciclo o naturali come il legno. La luce è fornita da E' nostra, la prima cooperativa che in Italia produce e distribuisce ai soci energia sostenibile, etica, 100% rinnovabile (proveniente da impianti fotovoltaici, eolici e idroelettrici) attraverso un modello di partecipazione e condivisione. 

L'acqua non viene sprecata grazie a dei riduttori che si inseriscono nei rubinetti e anche la lavatrice è "speciale". "Quando laviamo le mantelle e gli asciugamani - spiega Salvo Cannizzaro, 49 anni, originario di Bagheria, a PalermoToday -  grazie a una bustina che inseriamo nel cestello dell'elettrodomestico raccogliamo le microplastiche evitando che finiscano nello scarico e si disperdano nell'ambiente". Ovviamente nel salone i rifiuti si riciclano e presto anche i capelli saranno raccolti da un ente che ne farà spugne usate per bonificare i mari. Insomma, nulla è lasciato al caso.

"L’ecosalon - spiega i titolare - nasce con l’intenzione di migliorare non solo l’aspetto estetico di una donna ma per spingere il cliente a fare una scelta più consapevole e giusta. Perché non usare lo shampoo che non ha siliconi, non ha veleni se fa bene a me e al mondo? A me costa qualcosa in più ma ne vale la pena perché il mondo è di tutti". E i primi a scegliere di vivere rispettando il pianeta sono proprio Salvo Cannizzaro e la moglie.

"Noi mangiamo prodotti di stagione e a chilometri zero, perché è importante per la nostra salute ma anche per il pianeta. Il nostro - dice Giovanna Di Salvo - è uno stile di vita. Non buttiamo via niente, anche gli scarti del cibo servono per altro, per concimare la terra per esempio. Per l'Ecosalon abbiamo scelto i prodotti Davines perché si adattano al nostro mondo. Cerchiamo il bello, il buono e siamo convinti che la cura e l’amore vincano su tutto". Salvo è un papà e ammette di essere cambiato molto quando è nato suo figlio. "Da quando c'è lui - confessa - ho un'attenzione diversa all’ambiente. La mia generazione, in gioventù ha fatto degli sbagli ma ora è tempo di rimediare. Il mare è inquinato e i pesci stanno morendo, li stiamo ammazzando. Ricordo che quando andavo a comprarli al mercato al banco, a differenza di adesso, c'era molta varietà. Siamo tutti responsabili di quanto sta accadendo al pianeta e io voglio fare la mia parte per lasciare a mio figlio un mondo più pulito e sano".

Un impegno il suo che si respira osservando con attenzione il salone all'interno del quale passa il messaggio dell’importanza di essere attenti alle scelte che si fanno ogni giorno, condiviso da tutto il personale e anche dalla clientela. Proprio per andare incontro ai clienti più attenti nei prossimi mesi il parrucchiere comincerà ad usare lo shampoo solido, con packaging in carta proveniente da foreste gestite in modo responsabile e completamente riciclabile. La tutela dell'ecosistema è una priorità ed è alla base dell'idea imprenditoriale apprezzata da molti palermitani e non solo. Presto l'Ecosalon sbarcherà anche fuori dall'Isola per aprire a Milano. "Un collega palermitano che vive lì da una vita mi ha contattato per chiedermi di poter usare il brand Ecosalon, gli ho detto di sì: diventeremo soci". La rivoluzione verde di cui tanto abbiamo sentito parlare, anche grazie a Greta Thunberg, è finalmente iniziata?

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Shampoo e colori biodegradabili con prodotti siciliani: la scelta green di un parrucchiere palermitano

PalermoToday è in caricamento