Giovedì, 13 Maggio 2021
Economia Resuttana-San Lorenzo / Via Ugo la Malfa

La crisi travolge anche "Mercatone Uno", a rischio 200 posti di lavoro

L'azienda ha comunicato di avere presentato domanda di ammissione alla procedura di concordato preventivo. La Uiltucs: "Quello che ci preoccupa è che possa essere venduta dividendo le unità produttive"

mercatone uno

La crisi economica investe anche "Mercatone Uno", mettendo in pericolo i circa 200 lavoratori di Palermo, Carini e Catania. A sollevare il caso è la Uiltucs. Secondo il sindacato "l'azienda di distribuzione italiana presente su tutto il territorio nazionale, leader nel settore della distribuzione di mobili, complementi d'arredo e prodotti per la casa, ha comunicato di avere 'presentato al Tribunale di Bologna domanda prenotativa di ammissione alla procedura di concordato preventivo".

"Si tratta di una scelta imposta dal perdurare della crisi e dal continuo calo dei consumi particolarmente grave - scrive l'azienda in una nota - nel settore dei beni durevoli, che ha determinato, a partire dalla ripresa autunnale dell'attività, una costante riduzione del fatturato, il tutto aggravato dal contesto deflazionistico a cui conseguono prezzi di vendita sempre più bassi e perdita di marginalità". Il concordato preventivo serve a evitare il fallimento e garantire le attività.

Per il segretario generale Uiltucs Sicilia Marianna Flauto, "le procedure per garantire i livelli occupazionali, come la solidarietà, non sono bastate. Speriamo adesso che il concordato preventivo riesca a mantenere in vita l'attività cercando eventuali nuovi acquirenti. Quello che ci preoccupa è che l'azienda possa essere venduta dividendo le unità produttive. Auspichiamo che venga venduta tutta a un solo acquirente evitando un pericoloso spezzatino".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La crisi travolge anche "Mercatone Uno", a rischio 200 posti di lavoro

PalermoToday è in caricamento