"L’amministrazione ha 'svuotato' la Ztl, togliere l’embargo ai commercianti del centro storico"

Giovanni Felice, presidente di Confimprese Palermo: "I danni fatti sono evidenti, basta passare per via Roma, via Bandiera o Lattarini, o da via Sant’Agostino, per rendersi conto di quante aziende abbiano chiuso i battenti"

Via Roma deserta

Con una lettera inviata al presidente del Consiglio Comunale Salvatore Orlando e ai presidenti della prima commissione Barbara Evola, della seconda commissione consiliare Giovanni Lo Cascio, della terza commissione Paolo Caracausi e della sesta commissione consiliare Ottavio Zacco, il presidente di Confimprese Palermo, Giovanni Felice ha sollevato la questione dell’utilità del mantenimento dell’attuale ZTL.

"Nessuna intenzione di sollevare polemiche - dichiara Giovanni Felice, presidente di Confimprese Palermo – ma l’esigenza di condividere con il Consiglio comunale un argomento che riguarda il vivere giornaliero, quando non il destino futuro, di migliaia di nostri concittadini. Da tempo noi sosteniamo, con l’ausilio dei dati delle centraline di misurazione dell’area, che dal punto di vista della qualità dell’area nessun miglioramento si è registrato, nessuna risposta o smentita argomentata abbiamo mai avuto dall’amministrazione o degli uffici preposti, per cui abbiamo modo di pensare che l’amministrazione tace, semplicemente perché non ha, o non sa, cosa dire. Il tema della discussione posta all’attenzione è quello della necessità di tenere in piedi una ZTL che di fatto non è più quella votata dal Consiglio Comunale. Dopo l’approvazione della ZTL è partito un piano di pedonalizzazioni, in parte votato dal Consiglio Comunale, in larga parte camuffandole da ZTL, forse per il timore che il Consiglio Comunale le bocciasse, che ha completamente stravolto il provvedimento originario, Abbiamo, grazie al lavoro delle allieve architette, Cristina Curto e Martina Guida, cercato di raffigurare quello che è rimasto di ZTL, togliendo dal provvedimento originario quello che si è pedonalizzato, il tracciato dei mercati Storici, le finte isole pedonali, in realtà si tratta di ZTL aperte per poche ore, i varchi aperti dall’amminstrazione.

Secondo il Presidente di Confimprese Palermo i danni fatti dalla ZTL sono evidenti, basta passare per via Roma, via Bandiera o Lattarini, o da via Sant’agostino, per rendersi conto di quante aziende abbiano chiuso i battenti e come, tranne qualche attività di somministrazione, queste attività restano chiuse. "Quel che è peggio - dice Felice - è che la prospettiva può solo peggiorare, forse miglioreranno gli affari per i pubblici esercizi che si trovano nelle “Isole che non ci sono”, forse nascerà qualche altro locale pubblico per la gioia dei residenti, ma nella sostanza i tessuto economico e la morfologia della zona continuerà a deteriorarsi".

Giovanni Felice aggiunge: "Essendo oramai sparita la ZTL, proponiamo che venga attuato, da parte del Consiglio Comunale, un provvedimento contestuale che faccia delle Isole pedonali finte, delle Isole pedonali vere con tanto di delibera del Consiglio Comunale, e che vada ad abrogare la ZTL., anche in relazione al fatto, che per stessa ammissione di Sindaco ed Assessore alla mobilità, l’introduzione dei provvedimenti destinati a migliorare il serviziopubblico si vedranno al 2023 al 2030. Sarebbe corretto che i provvedimenti restrittivi sulla mobilità privata, camminassero di pari passo con questi interventi annunciati e/o programmati. Oramai la ZTL rappresenta una tassa aggiuntiva per i residenti, un pedaggio pr i cittdini r/o un dazio aggiuntivo per commercianti ed artigiani. Il nostro sospetto è che non si modifiche l’arttuale impianto della ZTL per motivi che non hanno nulla a che vedere con la qualità dell’area, ma sono strettaente legateagli introiti che arrivano dai pass e dalle multe che, con il doppio senso in via Roma, siamo certi avranno una impennata".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La lite dopo gli insulti alla moglie, sparatoria allo Zen: fermato un pregiudicato

  • Zona via Belgio, si suicida lanciandosi dal quarto piano: paura davanti a una scuola

  • Si cercano portalettere, Poste Italiane assume anche a Palermo

  • Allo Zen si torna a sparare, 48enne grave in ospedale

  • Falliscono colpo in casa e si "imbucano" a veglia funebre per evitare i carabinieri, 2 arresti

  • Detenuto suicida in carcere, indagata per omicidio colposo la direttrice del Pagliarelli

Torna su
PalermoToday è in caricamento