Lavori pubblici, collegio dei geometri: "Solidali con protesta edili"

Il sostegno al corteo organizzato da Fillea Cgil, Filca Cisl e Feneal Uil arriva dal Collegio dei Geometri di Palermo che, attraverso il presidente Carmelo Garofalo, manifesta solidarietà ai rappresentanti dei lavoratori che giungeranno da tutta la Sicilia, ad un anno di distanza da "Pala e Pico", la manifestazione tenutasi l'anno scorso per accendere i riflettori sul fenomeno della disoccupazione.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

"Condividiamo le ragioni della protesta che, nella giornata di domani 25 maggio, vedrà gli edili siciliani scendere in strada per chiedere interventi urgenti alla politica". Con queste parole, il presidente del Collegio dei Geometri e Geometri laureati della provincia di Palermo Carmelo Garofalo manifesta il sostegno della categoria ai sindacati Fillea Cgil, Filca Cisl e Feneal Uil. Le tre sigle sindacali tornano a manifestare a un anno di distanza da "Pala e Pico", la protesta che i rappresentanti del comparto avevano tenuto, sempre a Palermo, per chiedere alla politica interventi di contrasto alla disoccupazione che, nel settore, registra un'emorragia inarrestabile dal 2008: le stime ufficiali parlano di 90 mila posti di lavoro persi nel corso degli anni e di oltre 6 mila imprese costrette a chiudere i battenti. "Per non parlare - aggiunge Garofalo - della piaga del lavoro nero ed irregolare, che non soltanto mette a rischio l'incolumità del personale nei cantieri, ma abbassa il livello qualitativo dei servizi offerti. Nulla è cambiato da un anno a questa parte - commenta il presidente - e le speranze di risollevare il settore in Sicilia sono attualmente affidate soltanto all'housing sociale, per il quale è stato previsto un piano di interventi da 60 milioni di euro".

Torna su
PalermoToday è in caricamento