Lavoro, da Confcommercio un corso per addetti alla panificazione

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Comincerà lunedì prossimo nella sede di Confcommercio Palermo, che organizza assieme all’Unione provinciale panificatori, un corso di formazione professionale per imparare l’arte della panificazione, rivolto anche a coloro che, pur lavorando nel settore, intendono aggiornarsi, allargare competenze e conoscenze. Il progetto-corso, rivolto a uomini e donne che hanno compiuto almeno 18 anni, anche senza titolo di studio, residenti nella provincia di Palermo, si prefigge due importanti obiettivi: il primo è quello di soddisfare i fabbisogni formativi dei panificatori sul territorio di Palermo e provincia, il secondo è quello di dare un contributo concreto alla possibilità di trovare una occupazione ad adulti disoccupati o inoccupati.
 
Da un’indagine condotta da Confcommercio Palermo e Unione provinciale panificatori, le aziende che si occupano di panificazione e dolci da forno lamentano l’inesistenza di corsi di formazione che formano figure da inserire nel proprio organico e molte volte ricorrono a  formare il proprio personale all’interno della propria bottega, ottenendo risultati insoddisfacenti dal punto di vista delle conoscenze teorico-pratiche, con conseguente danno economico dovuto al dispendio di tempo sottratto all’azienda. Ecco che il progetto-corso punta a soddisfare i bisogni formativi delle aziende perché oltre alle esercitazioni di laboratorio, si affronteranno argomenti specifici del settore riguardanti la sicurezza sul lavoro, tecniche di lavorazione tradizionali e le normative che regolano il settore. I partecipanti al corso saranno accolti nelle botteghe per lo stage che fornirà conoscenze e competenze anche pratiche.
 
“Si tratta di una bella iniziativa che stiamo sostenendo – afferma Natale Spinnato, presidente dell’Unione provinciale panificatori di Confcommercio Palermo perché ci vede protagonisti sia nell’ambito della formazione che nella creazione di sviluppo locale e anche occupazionale. Le piccole imprese artigianali della provincia di Palermo, e in particolare le botteghe artigiane per la produzione del pane e dolci da forno – prosegue Spinnato – sono molto interessate perché il progetto si realizzi, in quanto andiamo a colmare un vuoto che oggi esiste nella formazione e aggiornamento del personale”.
 
“Confcommercio Palermo – spiega la presidente Patrizia Di Dio – è l’unica nel Mezzogiorno, dopo Bari, a proporre un corso per panificatori e intende offrire un contributo concreto all’incremento dell’occupazione nel territorio. E’ anche un’occasione – aggiunge Di Dio - per recuperare e salvaguardare la tradizione e la qualità del pane palermitano e al contempo valorizzare al massimo un antico e nobile mestiere rendendolo professionale e al passo coi tempi. I vecchi panifici devono diventare eccellenze del territorio e possono farlo riscoprendo le vecchie farine da associare alle tecniche di panificazione anche in funzione delle nuove esigenze dell’alimentazione, con l’occhio sempre attento al consumatore che desidera nutrirsi bene, con gusto e con attenzione alla salute. Metteremo a disposizione le nostre esperienze nel campo della formazione – conclude Patrizia Di Dio - curando, oltre alla progettazione, anche l’accompagnamento al lavoro, il supporto di orientamento dei soggetti interessati attraverso i propri sportelli multifunzionali”.
 
Tra i docenti anche Natale Spinnato, presidente dell’Unione provinciale panificatori, il vice presidente Gianmichele Messina, Ottavio Guccione, Giuseppe Geraci, Angelo Aromatico, Gaetano Spinnato, Ambrogio Vario, vice presidente Slow food Sicilia e produttore cerealicolo.
 
Il progetto, che ha un’impronta fortemente operativa e volta ad ottenere risultati immediatamente utilizzabili, è altamente innovativo in quanto la metodologia consente di leggere tutti i contenuti individuati nel percorso formativo, come strettamente correlati ed interdipendenti. Una metodologia che prevede la conoscenza anche di antiche tecniche lavorazioni nel settore della panificazione, che purtroppo stanno scomparendo nel nostro territorio. Al termine del percorso della durata di 130 ore, coloro che partecipano saranno in grado di identificare e capire le esigenze del settore della panificazione; valutare la convenienza economica delle scelte della produzione; identificare le materie prime; conoscere come adempiere a tutti i vincoli burocratici e come organizzare la propria attività; come affrontare i problemi inerenti il settore della produzione del pane; come creare una rete di relazioni che favoriscano il “fare sistema” col territorio. Gli ambiti di lavoro possibili ovviamente sono le botteghe “panifici” e le industrie che operano nella produzione di prodotti da forno.
 
Sono previste lezioni che riguardano gli aspetti normativi di igiene alimentare la sicurezza sul posto di lavoro, merceologia, diritto del lavoro che verranno svolte da personale ed esperti di Confcommercio, verranno trattati argomenti specifici per favorire l’acquisizione delle conoscenze e delle tecniche e proprie della panificazione; una fase di formazione pratica di laboratorio per permettere l’acquisizione di quelle competenze professionali necessarie per un corretto approccio al mercato del lavoro; una fase di stage (50 ore) da svolgere nelle strutture territoriali che hanno manifestato la loro disponibilità ad ospitare i lavoratori in stage. Le attività di stage saranno intercalate alla fase di formazione in modo da garantire l’applicazione concreta di quanto appreso teoricamente durante i seminari formativi. Infine, attività di consulenza (4 ore), supportata dal personale di Confcommercio Palermo per l’accompagnamento al mondo del lavoro.
 
L’articolazione giornaliera del corso è di 5 ore, dalle 8.30 alle 13.30 dal lunedì al venerdì. Le lezioni che riguardano aspetti normativi di igiene alimentare, merceologia, diritto del lavoro e aspetti normativi del settore e sicurezza sul posto di lavoro si terranno nella sede di Confcommercio Palermo, in via Emerico Amari, 11. Le lezioni sul campo, invece si svolgeranno, nella sede della Cittadella del povero di Biagio Conte in via Decollati. Per l’intera durata del corso sarà operativo uno sportello per fornire informazioni ed orientamento ai partecipanti nella sede Confcommercio Palermo di via Emerico Amari, 11 (Palazzo Camera di Commercio 8° piano). Tel. 091582716/091589430 (email: segreteria@confcommercio.pa.it) dalle ore 9:00 alle 13:00 dal lunedì al venerdì e dalle ore 15,30 alle ore 18,30 dal lunedì al giovedì. Il costo di partecipazione è di 300,00 euro.
 

Torna su
PalermoToday è in caricamento