Coronavirus, Edilcassa dona aspiratori e mascherine e riconosce aiuti per imprese e lavoratori

Grippaldi-D'Anca:"Un sostegno concreto per fronteggiare l'emergenza"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Edilcassa Sicilia, composta dalla Filca-Cisl, Feneal-Uil e Fillea-Cgil e Anaepa- Confartigianato, ha donato dieci aspiratori chirurgici alla associazione Oasi Maria SS Onlus di Troina e dieci a Villa delle Palme di Villafrati. E ancora un fibrobroncoscopio all'ospedale Civico di Palermo oltre a duecento visiere sanitarie per l'ospedale Cervello di Palermo e duecento al Policlinico di Catania ed oltre settemila mascherine FFP2 da distribuire alle Asl delle nove province siciliane. Edilcassa ha poi previsto anche degli interventi straordinari in sostegno dei lavoratori anticipando tre mensilità della gratifica delle ferie, spettante in luglio, e l'anzianità professionale edile, che normalmente viene erogata nel mese di maggio.

Mentre per le imprese, chi ha diritto al rimborso per malattia e infortunio, Edilcassa ha attivato la compensazione dei debiti con i crediti di malattia e infortunio ed inoltre ha previsto il premio di regolarità, ovvero per quelle imprese che hanno versato contributi regolarmente fino a gennaio 2020 e che continueranno a versare anche le mensilità di febbraio e marzo, sara' riconosciuta una riduzione del dieci per cento. "In questo momento di drammatica crisi sanitaria ed ed economica - spiegano in una nota congiunta il presidente ed il vicepresidente di Edilcassa Francesco Grippaldi e Paolo D'anca -abbiamo voluto intervenire con degli aiuti concreti alle imprese e ai lavoratori e donando apparecchiature e mascherine per cercare di dare il nostro piccolo contributo per fronteggiare questa emergenza".

Torna su
PalermoToday è in caricamento