Economia

Esplode la rabbia del commercianti: "La zona rossa è un flop, invece di trovare soluzioni fate terrorismo"

Patrizia Di Dio, presidente di Confcommercio Palermo, portavoce del malcontento delle migliaia di associati: "Vogliamo conoscere ogni parametro: contagi per numero di abitanti, posti letto liberi in tutta la Sicilia. Oltre al reato di provocata pandemia le istituzioni pensino anche al reato di pandemia economica"

"Voi chiudete le attività e voi continuate a farci pagare le tasse. Voi chiudete le attività e voi non create altri posti letto negli ospedali. Voi fate i vaccini ma voi andate al ritmo della lumaca. Voi dovete garantire il diritto al lavoro (articolo1 della Costituzione) e voi dovete garantire il diritto alla salute. Voi dovete garantire il lavoro e la salute governando bene, non rinchiudendoci in casa. Se la zona rossa non funziona è un fallimento del sistema, perché la norma è pensata male, stare a casa provoca più contagi e più fallimenti! E se anche funzionasse non siete in grado di farla rispettare. Stare tutti in casa dopo più di anno è impossibile!”. E' la dura presa di posizione di Patrizia Di Dio, presidente di Confcommercio Palermo, portavoce del malcontento delle migliaia di associati.

di dio-4“Chiedete ancora la zona rossa?! - prosegue Di Dio - Tanto è l'unica cosa che sapete fare. Fare terrorismo, anziché trovare soluzioni! Ognuno però si assuma la responsabilità delle sue azioni! Assistiamo ormai ad una gara a chi per prima tra le istituzioni chiede l'ennesima zona rossa pur di deresponsabilizzarsi, senza nemmeno analizzare se sussistono i parametri e senza preoccuparsi degli immensi danni che provoca. Follia! Vogliamo conoscere ogni parametro: contagi per numero di abitanti, posti letto liberi in tutta la Sicilia. La Lombardia ha dati peggiori ed è in zona gialla! Leggeteli! Oltre al reato di provocata pandemia le istituzioni pensino anche al reato di pandemia economica”. 

La rappresentante dei commercianti si rivolge ancora alle istituzioni: "Trovate soluzioni, smettetela di accusare i cittadini, salvo poi uccidere ogni giorno migliaia di persone chiuse in casa a contagiarsi, condannare alla morte migliaia di aziende e annullare la libertà personale per incapacità e negligenza. La zona rossa crea un'ingiustizia sociale senza precedenti, colpisce una minoranza costituita tuttavia da migliaia e migliaia di famiglie vicine alla morte sociale. Fate 50 mila vaccini al giorno anziché, come adesso, 18 mila che farebbero finire a ottobre la somministrazione della prima dose; chiedete il rispetto della capienza in ogni esercizio: trovare soluzioni spetta alle Istituzioni, non agli imprenditori e non ai cittadini! Pensavamo di essere in una società solidale, invece state creando una frattura insanabile, state creando il voi e il noi”.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Esplode la rabbia del commercianti: "La zona rossa è un flop, invece di trovare soluzioni fate terrorismo"

PalermoToday è in caricamento