Bonus per famiglie e sostegno alle imprese, Conte: "Vacanze italiane per l'estate"

Il premier, replicando alle sollecitazioni di Musumeci, ha ribadito "la centralità del tema per il nostro Paese". Confronto tra l'assessore al Turismo palermitano e il sottosegretario Lorenza Bonaccorsi in vista delle misure da adottare

Conte e Musumeci - foto archivio

Si è concluso nella serata di ieri l'incontro tra gli assessori al Turismo delle principali città d'arte italiane e il sottosegretario Lorenza Bonaccorsi per un confronto sulle misure da adottare con urgenza per affrontare la crisi che sta vivendo il comparto e rilanciare la promozione dei territori a livello nazionale e internazionale. Per Palermo ha partecipato l'assessore comunale al Turismo, Paolo Petralia. Al centro del dibattito, i punti contenuti nell'appello rivolto dai responsabili del turismo locale in una lettera al Ministro Franceschini: tutela per imprese e tutti i lavoratori della filiera turistica, detrazioni fiscali e interventi di sviluppo economico per incentivare la ripresa, costituzione di un fondo speciale per i Comuni come ristoro al mancato introito del contributo di soggiorno e degli altri tributi comunali, condivisione di un piano di comunicazione elaborato con Enit.

Nel corso della videoconferenza è stato affrontato anche li tema dei protocolli sanitari a cui si dovranno attenere gli imprenditori del comparto per il contenimento del virus. Gli assessori hanno ribadito la necessità di richiedere risorse straordinarie per l'adeguamento delle strutture ricettive alle nuove norme da destinare agli operatori e di intensificare i controlli per combattere concorrenza sleale e abusivismo, al fine di garantire al massimo la sicurezza dei turisti quando ripartirà il mercato.

Ne ha parlato anche il premier Giuseppe Conte che ha annunciato la campagna 'Viaggio in Italia' che il governo intende mettere in campo. Il ministro Dario Franceschini sta lavorando a misure per favorire il turismo in Italia da inserire nel dl Aprile con una serie di proposte sia per il sostegno alle imprese del settore che incentivi a fare vacanze nel nostro Paese, un investimento sulle vacanze italiane con un bonus vacanze per persone e famiglie.

Conte, replicando alle sollecitazioni, tra gli altri, del governatore siciliano Nello Musumeci, ha ribadito "la centralità del settore turistico per il nostro paese, assicurando che sarà oggetto di un tavolo ad hoc", anche se al momento il governo è concentrato sull'avvio della fase 2. Nessuno nasconde l'importanza del tema, anche per dare un segnale all'estero, visto che anche in paesi come la Germania si chiedono cosa decideranno Italia e Spagna per organizzare la stagione estiva. Tra i temi legati al turismo, anche la possibilità di fruire dell'offerta culturale. In questo caso, appare più difficile dare il disco verde alla riapertura dei musei, mentre resta in discussione l'ipotesi di riaprire i siti archeologici.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Un incontro proficuo" affermano gli assessori "che getta le basi per una interlocuzione costante con il Governo nell'ottica di una partecipazione attiva degli amministratori locali nelle scelte che riguardano la filiera turistica e la promozione dei territori. Ringraziamo il Sottosegretario Bonaccorsi per la disponibilità dimostrata nel farsi portavoce delle istanze di uno dei settori che più ha risentito della crisi epidemiologica Covid-19 e sul quale grava, al momento, una profonda incertezza rispetto alla possibile ripartenza. Siamo fiduciosi del fatto che insieme potremo trovare le migliori strategie per resistere e per consentire al turismo di tornare a essere una leva potente per l'economia del nostro sistema Paese, sviluppando nuovi modelli di accoglienza e un'offerta più sostenibile". All'incontro hanno partecipato gli assessori di Palermo, Ancona, Bari, Bologna, Cagliari, Firenze, Genova, Matera, Milano, Napoli, Parma, Roma, Torino e Venezia. Il confronto continuerà nei prossimi giorni con il ministro Franceschini e con i responsabili di Enit.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, 4 zone rosse a Palermo: Musumeci "chiude" i centri di Biagio Conte

  • Coronavirus, è record di nuovi contagi in Sicilia (+179): arrivano i primi tamponi rapidi

  • La denuncia: "Un positivo è uscito dalla Missione di Biagio Conte e ha attraversato tutta Palermo"

  • Ragazzo scomparso da 11 giorni, l'angoscia della famiglia: "E' uscito a piedi e non è più rientrato"

  • Coronavirus, in Sicilia morti altri tre anziani: 75 i nuovi contagi, più della metà a Palermo

  • Abbattuto il pilastro del cancello di Villa Igiea: assessore chiama i carabinieri

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento