menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus, la ripartenza del 4 maggio: "Ora decidere modalità delle riaperture"

I sindacati Filcams Cgil e Uiltucs Uil Sicilia hanno chiesto un confronto alla Regione in merito alla riapertura delle attività commerciali, dei servizi e del turismo

Un tavolo tecnico permanente per condividere tempi e modalità di riapertura delle attività commerciali, dei servizi e del turismo a partire dal prossimo 4 maggio. A chiederlo sono i sindacati Filcams Cgil e Uiltucs Uil Sicilia. I segretari generali Monia Caiolo e Marianna Flauto ricordano che “la ripartenza può avvenire solo garantendo tutte le misure di sicurezza per i lavoratori, anche per non vanificare gli sforzi fatti".

Secondo i sindacati bisogna anche lavorare "per il necessario monitoraggio dell’integrale applicazione delle disposizioni di cui al protocollo per la sicurezza del 14 marzo e del nuovo protocollo per la ripartenza siglato oggi dal governo nazionale". Caiolo e Flauto ribadiscono che "bisogna pensare anche alla salvaguardia dei livelli occupazionali, garantire un sostegno al reddito e potenziare le azioni di contrasto al lavoro sommerso, incrementando controlli e sanzioni e favorendo politiche di emersione”.

Secondo i sindacati “alla sicurezza sui luoghi di lavoro, vanno necessariamente accompagnate politiche mirate per favorire la ripresa delle attività, con l’obiettivo di salvaguardare tutti i livelli occupazionali che questi garantiscono. Servono anche politiche mirate di sostegno al reddito, tenuto conto della consapevolezza che la ripresa non può essere un ritorno in toto alle precedenti modalità operative. Infine è necessario mettere in atto, da un lato, azioni concrete di contrasto al lavoro sommerso, incrementando controlli e sanzioni e, dall’altro, favorendo politiche di emersione”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento