rotate-mobile
Martedì, 21 Maggio 2024
Economia

Confindustria Sicilia, grido di dolore del comparto sociosanitario: "Imprese al default, subito l'adeguamento delle rette"

Così il presidente del comparto Francesco Ruggeri

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

“Sos delle imprese socio sanitarie. Non siamo nelle condizioni di andare in pareggio di bilancio. Il comparto regionale delle Strutture Sociosanitarie di Confindustria Sicilia si trova in una situazione di profonda crisi economica e finanziaria. Occorre un piano di recupero da parte di tutte le forze politiche e sociali, serve una sinergia tra maggioranza ed opposizione per risolvere i problemi”, così il presidente del comparto Francesco Ruggeri.

“Urge l’aumento delle tariffe. Attualmente le rette sono ferme ai canoni del 2002, eppure le imprese sostengono costi agli attuali standard di mercato. Occorre anche il riconoscimento dell’aumento Istat e infine lo snellimento delle procedure di inserimento dei pazienti nelle strutture. Semplificare la procedura di ricovero permetterebbe di offrire maggiore assistenza sanitaria e di alleggerire le liste di attesa in ospedale. Non si tratta di un settore da demonizzare, le nostre difficoltà sono oggettive e non dipendono da noi. Ne abbiamo già riferito in Commissione all’ARS e al tavolo tecnico presso l’assessorato alla Salute. Il nostro è un comparto – conclude Ruggeri - che ha estremo bisogno dei giusti riconoscimenti per superare lo stato di crisi”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Confindustria Sicilia, grido di dolore del comparto sociosanitario: "Imprese al default, subito l'adeguamento delle rette"

PalermoToday è in caricamento