Conad acquisisce 5 supermercati Auchan in Sicilia: "Ora certezze per i lavoratori"

Mimma Calabrò, segretario generale della Fisascat Cisl Sicilia: "Apprendiamo favorevolmente la notizia. La società preveda un cronoprogramma che fissi anche le tempistiche per le aperture delle attività"

Possono tirare un sospiro di sollievo i lavoratori di cinque supermercati siciliani della rete Auchan Retail. "Apprendiamo favorevolmente che Conad tiene a precisare che anche i 5 ipermercati in Sicilia fanno parte dell'acquisizione delle quote di Auchan Sma da parte di Bcd (Conad e Wrm) - afferma Mimma Calabrò, segretario generale della Fisascat Cisl - ma, per quanto ci riguarda, ribadiamo comunque quanto sostenuto più volte, ovvero che quella che la società definisce una 'prima tappa' del progetto di integrazione della rete commerciale ex Auchan a Conad debba prevedere un cronoprogramma che fissi anche le tempistiche per le aperture delle attività. Rivendichiamo per i lavoratori tempistiche certe e non una progettualità che, se non concretizzata, rischia di fomentare incertezze fra i lavoratori". 

Conad e Auchan, ecco cosa succede nel resto d'Italia

Fissato per mercoledì il prossimo confronto negoziale. "Servono certezze - conclude la sindacalista - e un piano industriale che rilanci i 5 punti vendita che si trovano a Palermo (due), Misterbianco, Porte di Catania e Melilli. L'auspicio è che, nel corso del prossimo incontro, si possano ricevere tutte le informazioni utili per ripristinare climi di serenità tra i lavoratori".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scene da far west ai Danisinni, sparatoria in strada: tre feriti, coinvolta una ragazza

  • "Battute sui siciliani": milanese cacciato da un b&b in centro

  • La mafia imponeva i suoi buttafuori nei locali notturni: scattano 11 arresti

  • Suicidio in carcere, detenuto palermitano di 20 anni si toglie la vita

  • I boss decidevano i buttafuori dei locali: ecco i nomi di tutti gli arrestati

  • Precipita da una balconata: grave giovane palermitano

Torna su
PalermoToday è in caricamento