rotate-mobile
Economia Montepellegrino / Via Anwar Sadat

Fiera del Mediterraneo, il Comune "chiama" i privati per far risorgere la struttura

Pubblicato un avviso per lo svolgimento di iniziative commerciali e culturali in quattro padiglioni. A fronte dei lavori di manutenzione e messa in sicurezza, l'Amministrazione concederà gli spazi detraendo le spese sostenute dal canone di affitto

Nuovo avviso per far risorgere la Fiera del Mediterraneo. Dopo i risultati raggiunti dallo svolgimento delle iniziative commerciali e culturali nella struttura e in considerazione delle sollecitazioni giunte all'Area Lavoro, Impresa e Sviluppo Economico, il Comune di Palermo ha pubblicato sul proprio sito istituzionale un avviso per la riapertura dei termini di presentazione delle richieste di manifestazione di interesse rivolto ai soggetti interessati all’utilizzo temporaneo per attività di promozione e sviluppo imprenditoriale dei padiglioni 20, 20/A, 22 e 5/A, nonchè dell’area esterna (l’ex luna park), apportando però alcune modifiche rispetto ai precedenti avvisi.

"Con questo avviso - commentano il sindaco Leoluca Orlando e l'assessore alle Attività produttive Giovanna Marano - gli Uffici hanno ulteriormente creato un quadro di regole certe e trasparenti per la fruizione della Fiera, che nel 2012 era un luogo abbandonato, utilizzato per attività illecite e trasformato in discarica, ed oggi tornato ad essere strumento di sviluppo, economia e socialità". L'obiettivo, fanno sapere dall’Amministrazione, è quello di individuare soggetti interessati all’utilizzo degli spazi e con rilevanza strategica in termini di immagine dell’Amministrazione comunale. I soggetti interessati dovranno proporre, senza alcun onere a carico dell’Amministrazione Comunale, un progetto esecutivo che insista sul padiglione 20 e/o dell’area esterna (ex luna park) della Fiera, prevedendo l’esecuzione degli interventi di manutenzione ordinaria ed eventualmente straordinaria necessari per garantire le condizioni di sicurezza.

Il progetto e il relativo computo metrico-estimativo delle spese (redatto da tecnico abilitato, iscritto all’apposito albo) dovrà inoltre prevedere che l’intero costo dei lavori necessari sarà posto ad esclusivo carico del soggetto proponente. Il costo sarà posto dall’Amministrazione a scomputo del canone dovuto, determinato dall’apposita Commissione tecnica di valutazione sulla gestione dei beni immobili di proprietà comunale, per l’utilizzazione del padiglione e/o dell’area, mentre l’eventuale eccedenza dell’importo dei lavori rispetto a quello del canone sarà acquisito a titolo di liberalità a favore del Comune. Inoltre, qualora il sito sia stato già messo in sicurezza dai soggetti che hanno precedentemente utilizzato lo stesso per lo svolgimento di eventi dovrà essere corrisposto dai fruitori solo il canone dovuto.

All'avviso possono partecipare i soggetti che alla data di presentazione della manifestazione di interesse siano in possesso di tutti i requisiti soggettivi di cui all’articolo 13 dell’attuale "Regolamento comunale sulla gestione e alienazione dei beni immobili di proprietà comunale" e che abbiano maturato un’esperienza di almeno due anni nell’ultimo quinquennio dalla data di pubblicazione dello stesso avviso nell’attività economica cui risultano preposti. Verrà considerato titolo di preferenza l’eventuale riconoscimento di patrocini da parte di istituzioni pubbliche. Le manifestazioni di interesse dovranno essere presentate dai soggetti proponenti esclusivamente mediante la domanda di manifestazione di interesse e l’autocertificazione, resa sotto forma di dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà debitamente compilate, datate e sottoscritte o con raccomandata con ricevuta di ritorno inviata all’Area del Lavoro, Impresa e Sviluppo Economico (via La Malfa, 34 - 90146 Palermo) o mediante invio di mail all’indirizzo di posta elettronica certificata sviluppoeconomico@cert.comune.palermo.it.

"Non saranno prese in considerazione - aggiungono dal Comune - le manifestazioni di interesse non corredate da apposita autocertificazione e/o dell’apposita firma sulla domanda unitamente a copia del documento di riconoscimento. Nel caso di invio a mezzo Pec la documentazione dovrà essere firmata digitalmente. Inoltre, in considerazione del fatto che il presente avviso non prevede alcuna data di scadenza e tenuto conto che a seguito dei precedenti avvisi sono stati già calendarizzati numerosi eventi, la priorità verrà riconosciuta seguendo l’ordine cronologico di presentazione delle richieste. E ancora: nel caso in cui dovessero verificarsi più eventi nello stesso periodo temporale di quelli già programmati, potranno essere valutate ulteriori proposte di differimento delle date indicate nelle istanze, nella consapevolezza che risultano prioritarie quelle già calendarizzate nei precedenti avvisi pubblici.

Atteso comunque che l’intendimento dell’Amministrazione è quello di poter soddisfare la totalità delle richieste di utilizzo, ove necessario verrà richiesto lo spostamento degli eventi ai soggetti che hanno richiesto più manifestazioni nell’anno di riferimento. Successivamente, ricevute le manifestazioni di interesse, il Settore Lavoro, Impresa e Sviluppo Economico, effettuerà la valutazione dei singoli progetti nonché la verifica della veridicità delle dichiarazioni, chiedendo contestualmente ai soggetti interessati di produrre idonea documentazione attestante il possesso dei requisiti. Valutata infine l'ammissibilità dell'istanza, i soggetti proponenti idonei saranno invitati alla sottoscrizione del relativo contratto di concessione, previa acquisizione del titolo di agibilità del locale dal Settore Comunale preposto. La concessione rilasciata sarà a titolo strettamente personale e non sarà, quindi, consentita la sub-concessione anche parziale né il trasferimento a terzi.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fiera del Mediterraneo, il Comune "chiama" i privati per far risorgere la struttura

PalermoToday è in caricamento