Economia

Commercio, la Uiltucs: "Bene cambio insegna gruppo Romano"

Il sindacato annuncia che l'azienda punterà sul marchio Familia e sul marchio Max". Il cambiamento interessa circa mille lavoratori: "Siamo felici che un’azienda siciliana stia guardando al futuro nel rispetto delle regole contrattuali e normative"

Il Gruppo Romano che svolge attività commerciale con il marchio "Carrefour" e "Il centesimo" ha chiuso il contratto con Selex e da gennaio chiuderà il rapporto con Carrefour. L'azienda punterà sul marchio Familia e sul marchio Max per i punti vendita più piccoli. Tutti i negozi avranno in comune i prodotti a marchio Selex, parte della politica commerciale e verrà mantenuta  la carta fedeltà Mizzica. I punti vendita sono dislocati tra Palermo, Trapani, Agrigento, Caltanissetta. Lo comunica la Uiltucs Sicilia ai circa mille lavoratori siciliani del gruppo, spiegando che “siamo felici che un’azienda siciliana stia guardando al futuro nel rispetto delle regole contrattuali e normative. Questo rappresenta per la Sicilia e i siciliani una speranza, che nel nostro territorio si può ancora investire se c'è la volontà. L'azienda ci ha comunicato di essere molto entusiasta del progetto che sicuramente porterà risultati positivi per tutti. Ovviamente tutti insieme possiamo contribuire alla riuscita del progetto nell'interesse dei lavoratori e dell'impresa e ci aspettiamo di rinnovare il contratto integrativo riconoscendo ai lavoratori  quegli elementi migliorativi, quegli elementi premianti legati ad  obiettivi di produttività, elementi che creano fiducia e senso di appartenenza, convinti del fatto che sono i lavoratori a fare i risultati ed anche loro meritano di essere valorizzati".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Commercio, la Uiltucs: "Bene cambio insegna gruppo Romano"

PalermoToday è in caricamento