menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

A settembre Villa Igiea chiude per ristrutturazione, salvi i 35 posti di lavoro

I sindacati hanno siglato l'accordo con la Rocco Forte, catena di hotel di lusso che ha rilevato il Grand Hotel: i dipendenti saranno licenziati con l'avvio dei lavori per essere poi riassunti alla riapertura: "Manterranno tutti i diritti acquisiti, tutele anche per gli stagionali"

Dopo una lunga trattativa salvi i 35 dipendenti di Villa Igiea. I sindacati hanno siglato l'accordo con la Rocco Forte, catena di hotel di lusso che ha rilevato il Grand Hotel: "Manterranno tutti i diritti acquisiti, tutelati anche i lavoratori delle aziende che forniscono i servizi in appalto, introdotto il diritto di precedenza per i lavoratori a chiamata e per gli stagionali".

L’azienda aveva avviato le procedure di licenziamento collettivo per via della importante operazione di restyling che prenderà il via il prossimo 16 settembre. "L’accordo firmato - spiegano i sindacati - prevede che da quel giorno scattino i 35 licenziamenti, che ai lavoratori siano erogati i trattamenti di fine rapporto entro 45 giorni, e che gli stessi dipendenti siano riassunti alla riapertura dell'hotel alle medesime condizioni economiche, normative e contrattuali. Infine, verranno riconosciuti anche i periodi già maturati utili al riconoscimento del prossimo scatto di anzianità, tenendo conto della situazione pre-chiusura". 

L’hotel potrebbe riaprire in vista dell’estate 2020, per chiudere nuovamente per altri sei mesi e riaprire definitivamente alla fine dei lavori, entro e non oltre giugno 2021. “Auspichiamo che la rinnovata struttura – proseguono i sindacati - possa riaprire per l'intero anno diventando sicuramente un punto di riferimento per il turismo di élite per l'intera area metropolitana di Palermo e non solo potendo in tal modo garantire ai lavoratori il tempo pieno per 12 mesi”.

All'incontro tra le parti erano presenti i segretari generali Uiltucs Sicilia e Fisascat Cisl Sicilia, Marianna Flauto e Mimma Calabrò, e la Filcams Cgil regionale rappresentata da Laura Di Martino. "La società si obbliga - concludono i sindacalisti - entro la riapertura, e comunque entro il mese di giugno 2021, a inviare ai lavoratori una proposta di assunzione con contratti a tempo indeterminato in regime di part-time verticale su base annua, di durata di almeno 9 mesi l’anno e con le stesse ore di lavoro previste al momento della cessazione del rapporti di lavoro. Se dovesse riaprire la prossima estate, è prevista l’assunzione stagionale per un periodo di almeno di 6 mesi. L’accordo garantisce anche il posto ai lavoratori delle aziende di servizi esterne, che l’hotel Villa Igiea si obbliga a tutelare anche in caso di nuovo appalto inserendo la clausola sociale obbligatoria nel contratto di appalto. Estesa poi a 24 mesi la durata del diritto di precedenza dei lavoratori stagionali".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento