La scomparsa silenziosa degli sportelli bancari siciliani, l'allarme: "Basta, è uno sterminio"

Il coordinatore della Fabi (Federazione Autonoma Bancari Italiani): "Chiuse decine e decine di filiali nel’Isola, con l’arrivo del Covid la situazione è precipitata"

"Basta con la chiusura degli sportelli nell'Isola". E' l'allarme lanciato da Fabi Sicilia a Unicredit e alle altre banche. A parlare è il coordinatore della Fabi (Federazione Autonoma Bancari Italiani) Carmelo Raffa: "Atri sportelli bancari potrebbero essere chiusi nei prossimi mesi negli Istituti di Credito nel’isola - dice -. Come sindacato negli anni scorsi avevamo già lanciato un invito alle Aziende di Credito di tenere in debito conto la situazione degli abitanti dei piccoli comuni e purtroppo Unicredit e le atre banche hanno fatto orecchie da mercante e sono andati avanti a rullo compressore chiudendo decine e decine di filiali nel’isola. Ciò nonostante la chiara presa di posizione del parlamento siciliano, dell’Associazione dei Comuni e di tanti Rappresentanti  dell’Associazionismo".

"Con l’arrivo del Covid19 la situazione è precipitata e tanti altri Comuni, oltre gli otre 100 già privati da filiali  e bancomat,  hanno subito la stessa penalizzazione  anche se in via provvisoria - dice Raffa -. Ma è vero che le banche rappresentano un servizio pubblico essenziale? Certamente e lo hanno dimostrato e continuano a dimostrarlo i lavoratori che in piena pandemia continuano ad operare e a prestare servizio alla clientela. Chiediamo - conclude il coordinatore della Fabi Sicilia - che si metta fine allo sterminio degli sportelli da parte di Unicredit, che rappresenta l’erede delle banche siciliane: Sicilcassa e Banco di Sicilia, e dagli altri Istituti di Credito auspicando anzi la riapertura di quelli chiusi nei comuni negli ultimi anni".


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a scuola, morta bambina di 10 anni dopo una caduta durante l’ora di educazione fisica

  • Sottopassi di viale Regione chiusi, allagamenti e spiaggia "sparita": Palermo dopo una notte di maltempo

  • "Caricate i posti o la Sicilia diventa zona rossa": bufera per l'audio del dirigente della Regione

  • Dal nuovo Riina al nipote di Michele Greco, boss ballano la techno: spot shock di Klaus Davi

  • Incidente al drive in della Fiera, malore dopo il tampone: marito e moglie con auto contro il muro

  • Scambio di morti per Covid all'obitorio del Civico, famiglia seppellisce la salma di un altro

Torna su
PalermoToday è in caricamento