Economia Montegrappa-Santa Maria di Gesù / Via Volontari Italiani del Sangue

Chiude la Coop di via Volontari Italiani del Sangue: "Lavoratori non saranno licenziati"

Calano anche le saracinesche del supermercato di Casteldaccia. Intanto è stato firmato l'accordo con il quale si conclude positivamente la procedura di licenziamento nei confronti di 273 lavoratori siciliani: "Chiusa positivamente una vertenza durata mesi"

La Coop di via Volontari

Firmato l'accordo tra Coop Sicilia SpA e le organizzazioni sindacali con il quale si conclude positivamente la procedura di licenziamento nei confronti di 273 lavoratori. Si tratta dei dipendenti che Coop Sicilia aveva dichiarato in esubero. Lo rende noto la Fisascat Cisl.  “Con la firma dell’accordo – dichiara Mimma Calabrò (nella foto in basso a destra) segretario generale Fisascat Cisl Sicilia – si conclude positivamente una vertenza durata mesi e che da giugno scorso, ossia dall’avvio delle procedure di licenziamento collettivo, aveva tenuto col fiato sospeso le 273 unità che Coop Sicilia aveva dichiarato in esubero. Ora i lavoratori possono tirare un sospiro di sollievo. La firma dell’accordo, infatti, è stata preceduta dalle assemblee convocate a Palermo, Catania, Ragusa e Milazzo nel corso delle quali, i lavoratori, si sono espressi favorevoli a larga maggioranza. Un plauso, pertanto, a tutti i dipendenti che con grande senso di responsabilità hanno accettato i termini dell’ipotesi pur scongiurare i licenziamenti”.

Intanto entro la fine della settimana chiuderà la storica Coop di via Volontari Italiani del Sangue (Villaggio Santa Rosalia) e la sede di Casteldaccia. "All'interno dell'accordo - spiega Calabrò a PalermoToday - è previsto che i lavoratori verranno smistati negli altri punti vendite di Palermo. Il nuovo piano industriale di Coop Sicilia, pronto a partire dal gennaio 2018, prevede in 3 anni nuove aperture (2-3 a Palermo)".

foto-mimma-calabrò-2“Nel corso dell’incontro abbiamo però rappresentato la necessità che si apportassero dei correttivi. L’azienda ha accolto le nostre richieste – spiega -. Rimodulati pertanto i termini dell’utilizzo della flessibilità per i part time per i quali è previsto che la variazione in aumento non può essere superiore alle 10 ore settimanali. Aumentato, altresì, per i lavoratori che aderiranno all’accordo di flessibilità l’importo dei buoni spesa che sarà pari a 170 euro annui. Restano confermate le assolute garanzie sull’occupazione, il ricorso alla Cassa Integrazione e l’anticipo del trattamento dall’azienda nonchè gli incentivi all’esodo. Firmato l’accordo che prevede la fusione per incorporazione, dal 1° gennaio 2018, di Coop Sicilia in Coop Allenaza 3.0. L’auspicio è che i sacrifici richiesti ai lavoratori non vengano vanificati ma ricompensati – conclude la sindacalista – con il concretizzarsi di tutti quegli interventi, anche in termini di sviluppo, previsti dal piano industriale che avrà il suo corso nella nuova realtà di Coop Alleanza 3.0, la più grande cooperativa di consumatori in Europa”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chiude la Coop di via Volontari Italiani del Sangue: "Lavoratori non saranno licenziati"

PalermoToday è in caricamento