Economia Cefalù

Dopo 30 anni arriva la stabilizzazione per 79 comunali: festa nell'aula consiliare di Cefalù

Giornata storica per i dipendenti che hanno finalmente firmato i contratti a tempo indeterminato. Il sindaco Lapunzina: "Percorso articolato e per nulla scontato, soddisfatti di essere arrivati alla felice conclusione dell’iter". Csa-Cisal: “Fine del precariato”

Giornata storica per i 79 contrattisti che da 30 anni lavorano nel Comune di Cefalù. Oggi, i dipendenti a tempo determinato sono stati ufficialmente stabilizzati. I contratti a tempo indeterminato sono stati sottoscritti nella sala consiliare dove per l'occasione sindaco e lavoratori hanno festeggiato con tanto di torta. Non sono mancati momenti di commozione e di gioia per quella che sarà una giornata indimenticabile per i dipendenti e per le loro famiglie.  La firma è stata resa possibile anche grazie al risanamento delle finanze comunali, compiuto con l’approvazione da parte del Consiglio comunale di tutti i documenti contabili pregressi e, in particolare, del bilancio di esercizio dell’anno 2019. 

A riperrere in aula il lungo iter che ha portato alla stabilizzazione, seguito e definito dall’attuale Amministrazione, è stato il sindaco Rosario Lapunzina che ha poi ringraziato tutti i dipendenti comunali che esercitano il loro servizio nei confronti della Città di Cefalù con abnegazione e spirito di sacrificio, gli assessori, il segretario generale, il presidente del Consiglio e i consiglieri comunali.

“Abbiamo lavorato a questo obiettivo - ha dichiarato il sindaco Rosario Lapunzina – dal momento del nostro insediamento. E’ stato un percorso articolato e per nulla scontato; oggi siamo soddisfatti di giungere positivamente alla felice conclusione dell’iter. Abbiamo attraversato momenti difficili, abbiamo temuto, sperato, alcuni anni fa siamo persino riusciti, con forza e compostezza, a portare all’attenzione delle cronache nazionali la particolare situazione dei nostri precari, nel momento in cui sembrava che la situazione di dissesto in cui versava il Comune potesse compromettere il rinnovo dei contratti. Siamo riusciti a farci ascoltare e il Parlamento nazionale approvò, in extremis, una norma battezzata 'salvaprecari'. Con caparbietà ci siamo assunti le responsabilità che ci competevano per arrivare alla piena stabilizzazione di tutto il personale. Oggi - ha concluso il primo cittadino - esultiamo per il felice risultato raggiunto, per la promessa che siamo stati in grado di mantenere, per il futuro che possiamo affrontare con maggiore fiducia. Quest’anno sarà un Natale gioioso per i nostri dipendenti che hanno ottenuto la stabilizzazione e per le loro famiglie. Ringrazio tutti coloro che, a vario titolo, nel tempo, hanno lavorato insieme all’Amministrazione affinché si potesse raggiungere il felice risultato della stabilizzazione. A tutti loro vanno i miei migliori auguri insieme al mio sincero grazie”.

Soddisfatti per l'importante risultato raggiunto anche i sindacati. “Finalmente anche qui si mette la parola ‘fine’ al precariato, con la stabilizzazione di tutti i lavoratori – dicono Nicola Scaglione, Gianluca Cannella e Salvatore Cassata del sindacato Csa-Cisal – Un obiettivo a cui abbiamo contribuito in sinergia con l’amministrazione comunale, ma che speriamo si estenda entro poche settimane a tanti altri enti locali. L’epoca del precariato in Sicilia deve terminare nel più breve tempo possibile”. “Una conquista che premia l’azione del sindacato - commenta Salvatore Badami, coordinatore territoriale della Cisl Fp Palermo Trapani - e dà dignità e certezza nel futuro a lavoratori, che da anni assicurano un servizio essenziale in questi enti. L’impegno profuso è stato ricompensato nel migliore dei modi”. 


 

Gallery

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dopo 30 anni arriva la stabilizzazione per 79 comunali: festa nell'aula consiliare di Cefalù

PalermoToday è in caricamento