rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Economia

Caro prezzi, i sindacati: "Regione intervenga contro le speculazioni sui materiali o sarà blocco dei cantieri"

Filca Cisl, Fillea Uil e Feneal Cgil lanciano l'allarme: "La paralisi potrebbe riguardare sia le opere private sia quelle pubbliche. A rischio anche gli appalti finanziati con il Pnrr"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

"La Regione Siciliana intervenga urgentemente sugli adeguamenti degli importi precedentemente definiti nei bandi e nello stesso tempo intervenga per bloccare le speculazioni sul prezzo dei principali materiali da costruzione o qui si rischia il collasso".

A lanciare l'allarme sono i segretari generali di Feneal Uil, Filca Cisl e Fillea Cgil Sicilia, Francesco De Martino, Paolo D’Anca e Giovanni Pistorio, che aggingono: "Se si dovesse perdere tempo si rischia il blocco di gran parte delle attività edili e purtroppo ciò potrebbe avvenire in maniera generalizzata. La paralisi potrebbe infatti riguardare sia le opere private che le opere pubbliche. Sono a rischio le opere finanziate attraverso il Pnrr ma anche i contratti di servizio e gli appalti aggiudicati negli anni passati, e sono tantissimi, ora in esecuzione". 

Tanti cantieri impegnati nel 110% - concludono - si stanno già fermando e si rischia di perdere migliaia di posti di lavoro. E' essenziale si apra  immediatamente il confronto per trovare soluzioni utili alla risoluzione del problema o tutto cadrà sulla tutela dei lavoratori edili, dei loro salari e dei parametri di sicurezza". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caro prezzi, i sindacati: "Regione intervenga contro le speculazioni sui materiali o sarà blocco dei cantieri"

PalermoToday è in caricamento