rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Economia

Da Palermo il grido d'allarme di Assoimpresa: "Caro carburanti e bollette abbattono le aziende"

Il presidente dell'associazione, Mario Attinasi, chiede al Governo nazionale di "prendere delle decisioni immediate: le aziende non possono più aspettare i tempi della politica"

La crisi ucraina, l'aumento del costo dei carburanti e il rincaro delle bollette ha messo in ginocchio le aziende. Da Palermo arriva il grido d'allarme di Mario Attinasi, presidente di Assoimpresa, che chiede al Governo nazionale di "prendere delle decisioni immediate: le aziende non possono più aspettare i tempi della politica".

"Stiamo assistendo - dice Attinasi - a un periodo molto complicato per le imprese italiane le cui ricadute finiscono per investire anche le famiglie. Prima due anni di pandemia con le difficoltà legate alla ripartenza e alle attese dei ristori promessi dal Governo nell'ultimo bimestre”.

Una crisi energetica "che ha dell'incredibile" dice Attinasi: "Che sia o meno una conseguenza della guerra in Ucraina di certo ci sono rincari arrivati al 300% rispetto a un anno fa. Le imprese sono in ginocchio e adesso temiamo che probabilmente le aziende non riusciranno ad arrivare fino a quest'estate. Qualcuno sta cercando di rateizzare le bollette di luce e gas e nel mondo dei trasporti fare un pieno è impossibile".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Da Palermo il grido d'allarme di Assoimpresa: "Caro carburanti e bollette abbattono le aziende"

PalermoToday è in caricamento