menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Vertenza Almaviva, il 13 aprile sciopero nazionale e tavolo al Mise

Prosegue la mobilitazione dei sindacati contro la decisione dell'azienda di ridurre gli organici. Nella stessa giornata si terrà anche un incontro al ministero per lo Sviluppo Economico

I lavoratori di Almaviva non ci stanno e proseguono le azioni di protesta contro la decisione dell'azienda di tagliare drasticamente l'organico. Solo a Palermo, i posti in bilico sono 1.670. E adesso c'è una data che diventa cruciale: il 13 aprile. Per quel giorno Fistel Cisl, Slc Cgil e Uilcom Uil hanno indetto lo sciopero nazionale e, nella stessa data, è stato convocato un tavolo al Mise.

Dopo giorni di manifestazioni "separate" città per città, a incrociare le braccia saranno quindi - in contemporanea - gli operatori di tutte le sedi. Possibile prevedere già da ora molti disagi per i cittadini, il gruppo Almaviva gestisce infatti i servizi di call per diverse realtà imprenditoriali.

Contemporaneamente si muove anche il governo. Il viceministro per lo Sviluppo economico Teresa Bellanova ha annunciato tramite Twitter di avere convocato una riunione al Mise sulla vertenza. Una mossa che sembra confermare le informazioni circolate nei giorni scorsi secondo cui l'esecutivo sta lavorando a una sorta di "unità di crisi" composta dal sottosegretario all'Istruzione Davide Faraone, dal sottosgeretario all'Economia Claudio De Vincenti e dal sottosegretario al Lavoro Teresa Bellanova che dovrebbe varare un piano da proporre all'azienda.

"#siamotuttiAlmaviva Convocazione 13 aprile tavolo nazionale su Almaviva richiesto come necessario durante tavolo di settore 16 marzo a Roma", commenta su Twitter il sindaco Leoluca Orlando.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento