menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Almaviva, dai licenziamenti alle "uscite volontarie": mille euro per chi si dimette

L'azienda ha inviato una lettera con la quale offre, a chi vuole lasciare l'incarico, un incentivo economico. L'importo include 250 euro a titolo di transazione generale

L'accordo siglato nei giorni scorsi al Mise sembra non avere chiuso la "partita" Almaviva. Gli operatori del call center, 1.670 solo a Palermo, sono formalmente "salvi" eppure si sono visti recapitare una lettera in cui l'azienda si mostra disponibile ad accettare "uscite volontarie". In poche parole, per chi si dimette c'è un incentivo economico di mille euro.

"La conclusione delle procedure - si legge nella missiva - e l'intimazione del relativo licenziamento è prevista entro il 30 giugno 2016 e il personale che aderirà, se in possesso dei raltivi requisiti, al termine del periodo di preavviso contrattualmente previsto e lavorato, potrà accedere al trattamento Naspi. Al personale interessato è, inoltre, riconosciuto un incentivo, in caso di adesione alle procedure di riduzione del personale, pari a un importo complessivo lordo di mille euro inclusivo di una somma a titolo di transazione generale novativa pari a 250 euro. L'importo sarà erogato unitamente alle spettanze di fine rapporto".

I lavoratori hanno tempo fino al del 15 giugno per aderire alla proposta di Almaviva. Le richieste saranno ordinate in ordine cronologico. In base a questo critero sarà predispota una graduatoria per ognuno dei siti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento