Venerdì, 18 Giugno 2021
Economia

Sicindustria in campo per "salvare" Termini Imerese: "Musumeci contatti la Honda"

Gli industriali lanciano un appello al presidente della Regione perchè prenda contatti con la multinazionale e vari una legge sulla cosiddetta sburocratizzazione: "Una norma che abolisca lacci e lacciuoli"

"A Termini Imerese c'è un polo automotive. C'è una sede, un sito produttivo, un tessuto di piccole e medie imprese che per tradizione e per vocazione hanno sempre lavorato nell'indotto dell'industria delle autovetture e c'è una ricca platea di lavoratori professionalizzati dell'automotive. A Termini Imerese manca solo una casa automobilistica che decida di insediare il proprio stabilimento nell'area industriale. Ieri la Nissan, oggi la Honda hanno deciso di lasciare la Gran Bretagna". Così Sicindustria interviene sulla difficile situazione dell'ex stabilimento Fiat. Gli industriali lanciano un appello al presidente della Regione, Nello Musumeci, perchè prenda contatti con la multinazionale: "Termini Imerese in Europa sarebbe un insediamento ideale per uno stabilimento che produca automobili". 

"Per attrarre gli investitori stranieri e i capitali da iniettare nell'industria manifatturiera - prosegue il presidente Alesandro Albanese - occorre una legge sulla cosiddetta sburocratizzazione. Una norma che abolisca lacci e lacciuoli. Che renda semplice, immediato e agevole l'avvio di un'attività economica. Occorre una legge che renda appealing un investimento in Sicilia. Che avvicini la Sicilia a un obiettivo di sviluppo reale e concreto. E gli obiettivi di sviluppo e di crescita devono passare dalla produzione, dall'aumento dell'occupazione, dalla riqualificazione dell'indotto".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sicindustria in campo per "salvare" Termini Imerese: "Musumeci contatti la Honda"

PalermoToday è in caricamento