Blutec, Ugl: "Indispensabile cassa integrazione per lavoratori stabilimento e indotto"

"Il sequestro preventivo di 16 milioni di euro da parte della Procura di Torino, alla società Metec nell'ambito dell'inchiesta sulla distrazione di somme erogate da Invitalia per la trasformazione dello stabilimento ex Fiat di Termini Imerese, rappresenta una nuova pesante mazzata".  Lo dichiarano per la federazione Ugl metalmeccanici il segretario nazionale Antonio Spera, il segretario regionale Angelo Mazzeo e il reggente provinciale Lorenzo Giordano.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Chissà per quanto tempo ancora - chiedono i sindacalisti - si dovrà aspettare affinchè possa concretizzarsi il sogno Blutec e vedere ritornare al loro posto di lavoro i 700 dipendenti, che oggi rischiano anche di perdere quel poco di Cassa integrazione che stanno ricevendo, poichè sta scadendo il periodo già accordato. Chiediamo quindi ai ministri dello Sviluppo economico e del Lavoro di non abbandonare queste famiglie, da troppo tempo illuse di poter riavere quello che hanno avuto improvvisamente tolto, ovvero l'occupazione. Chi per continuare a produrre e mantenere la famiglia, chi per completare gli ultimi anni di carriera lavorativa per accedere alla meritata pensione. Auspichiamo, dunque, che dai Ministeri possa partire una proroga per la Cigs e che in concomitanza della vertenza Blutec venga trovata una soluzione per le oltre 300 unità impiegate nell'indotto, che attualmente si trovano in regime di mobilità in deroga. Invochiamo quindi la pari dignità per tutti i lavoratori e ci auguriamo che tutto ciò sia discusso in un tavolo tecnico interministeriale che, anche nell'interesse della tenuta socio - economica del territorio termitano, speriamo, venga convocato quanto prima è possibile, considerata la gravità della situazione".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, 4 zone rosse a Palermo: Musumeci "chiude" i centri di Biagio Conte

  • La denuncia: "Un positivo è uscito dalla Missione di Biagio Conte e ha attraversato tutta Palermo"

  • Pizzaiolo positivo al Coronavirus, chiuso lo storico panificio Graziano

  • Corso Calatafimi, si sente male mentre passeggia in strada: morto un uomo

  • Ragazzo scomparso da 11 giorni, l'angoscia della famiglia: "E' uscito a piedi e non è più rientrato"

  • "Gestiva il pizzo a Ballarò", arrestato dopo due mesi di latitanza Alfredo Geraci

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento