Economia Termini Imerese

Blutec, sos dei sindacati: "Lavoratori dell'indotto senza reddito per un cavillo"

Vertice alla Regione sul futuro degli operai rimasti esclusi dai sussidi. La Cisl: "Per garantire loro queste somme, è necessario modificare la normativa attuale per permettere di utilizzare così i fondi"

"Decine di famiglie senza reddito a causa di un cavillo tecnico". E' la situazione denunciata dai sindacati e che riguarda i lavoratori dell'ex indotto Blutec di Termini Imerese. Oggi alla Regione un incontro per discutere del loro futuro.

"C'è la disponibilità della Regione - dicono Antonio Nobile, segretario generale Fim Cisl Palermo Trapani, e Giacomo Raneri, responsabile Fim Cisl Blutec, dopo il vertice con l’assessore regionale al Lavoro Antonio Scavone - a dedicare parte delle risorse regionali degli ammortizzatori sociali a copertura delle somme da destinare ai lavoratori dell’ex indotto Fiat, si faccia presto la loro situazione ormai è drammatica. Da troppo tempo loro e le loro famiglie sono senza alcuna forma di reddito a causa di un cavillo tecnico".

Secondo quanto spiegano i sindacalisti "per garantire loro queste somme, è necessario modificare la normativa attuale per permettere alla Regione di utilizzare così i fondi per questi lavoratori. Abbiamo ribadito che è necessario formalizzare una proposta da presentare al governo nazionale, per dare risposte concrete. L'assessore ha annunciato al tavolo che è stato già chiesto un incontro al ministero del Lavoro sul tema e che sono stati già convocati il 12 febbraio a Roma. Riteniamo fondamentale che non si perda ulteriore tempo sulla vicenda e che si trovi una soluzione definitiva, i lavoratori con le loro famiglie sono stanchi".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Blutec, sos dei sindacati: "Lavoratori dell'indotto senza reddito per un cavillo"

PalermoToday è in caricamento