Banca Sant'Angelo: con Resto al Sud aiutiamo i giovani a creare impresa in Sicilia

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

“Promozione, consulenza, corretto utilizzo delle risorse e sostegno agli imprenditori con misure aggiuntive. Sono queste le funzioni che la Banca Popolare Sant’Angelo sta svolgendo per aiutare i giovani imprenditori a creare un’impresa in Sicilia, utilizzando le opportunità del programma Resto al Sud”. Lo ha spiegato Carmelo Piscopo, vice direttore generale dell’Istituto di credito nel corso del convegno “Resto al Sud: un’opportunità per i giovani del Mezzogiorno”, organizzato dall’Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili, che si è tenuto ieri a Palermo. Banca Popolare Sant’Angelo fa parte delle banche, aderenti alla convenzione Invitalia – Abi, alle quali i giovani imprenditori possono rivolgersi per richiedere il finanziamento bancario.

“Abbiamo aderito a Resto al Sud – ha detto Piscopo – perché si sposa bene con la nostra mission di banca che sostiene lo sviluppo economico del territorio in cui opera. Per questo non ci limitiamo ad una valutazione squisitamente burocratica delle istanze di finanziamento che ci arrivano, ma grazie alle nostre strutture e ai nostri servizi siamo nelle condizioni di accompagnare i giovani imprenditori passo dopo passo, di fornire valutazioni e indicazioni sulla finanziabilità del progetto già prima che esso venga presentato a Invitalia”.

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento