rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Economia

Bagheria, entrate comunali non riscosse: approvati gli sconti per i debitori

Il regolamento riguarda i provvedimenti di ingiunzione fiscali notificati dal 2000 al 2016. Escluse le sanzioni da violazione del codice della strada. Possibile saldare i debiti a rate

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Il Consiglio comunale di Bagheria ha approvato il regolamento per la definizione agevolata delle entrate comunali non riscosse, con il quale il cittadino, tramite adesione, può definire in modo agevolato, i propri debiti, con la possibilità di escludere le sanzioni applicate ai provvedimenti di ingiunzione fiscali notificati dal 2000 al 2016 con eccezione per le sanzioni da violazione del codice della strada che seguono un iter diverso.

“E’ questa un’azione importante - spiega l’assessore alle Finanze, Maria Laura Maggiore - sia per gli interessi dei cittadini sia per quelli dell’amministrazione comunale, la nostra proposta infatti è un’opportunità che il Comune di Bagheria ha voluto cogliere, perché in questo modo viene anche incontro alle famiglie e alle attività imprenditoriali e ai commercianti che vivono delle difficoltà economiche”.

Il regolamento per la “definizione agevolata delle entrate comunali non riscosse a seguito delle notifiche di ingiunzione di pagamento prevede la possibilità per i comuni di disporre la definizione agevolata delle proprie entrate, anche tributarie, non riscosse a seguito di ingiunzioni di pagamento”. Nel regolamento, oltre alla definizione agevolata, sono inserite le modalità di pagamento rateizzato quale ulteriore agevolazione per il cittadino debitore.

“Questo provvedimento rappresenta una opportunità sia per il Comune, con la possibilità di ottenere la riscossione di crediti vetusti abbattendo costi amministrativi e di contenzioso, sia per il cittadino debitore che, tramite tale adesione, avrà la possibilità di ottenere una riduzione del debito grazie all’eliminazione delle sanzioni” , sottolinea il sindaco Patrizio Cinque.

La modulistica per la richiesta delle definizione agevolata è pubblicata sul sito istituzionale del Comune di Bagheria, nell’apposita sezione nello spazio "In evidenza". Il modello debitamente compilato, scaricabile dal sito web del Comune, dovrà essere consegnato allo sportello della Direzione VI “Entrate tributarie e fiscali” o presso l’ufficio ICP presso la sede comunale di Corso Umberto I, 165 o inviato, insieme alla copia di un documento d’identità, all’indirizzo di posta elettronica uffcio.tributi@comune.bagheria.pa.it oppure alla PEC direzione6@telecompost.it

Per maggiori informazioni oltre che allo sportello ICP è possibile rivolgersi direttamente all’ufficio tributi recandosi nei giorni di lunedì, martedì e mercoledì dalle ore 9.00 alle 13.00 ed il mercoledì pomeriggio dalle 15.30 alle 18.00, oppure è possibile chiamare al numero telefonico: 091.943326 La Direzione cui si fa riferimento per le richieste è la Direzione 6 “Entrate Tributarie e Fiscali”. Sempre sul sito saranno disponibili anche le informazioni sulla “rottamazione” delle cartelle esattoriali e le informazioni di “Riscossione Sicilia”.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bagheria, entrate comunali non riscosse: approvati gli sconti per i debitori

PalermoToday è in caricamento