menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Natale nero per i lavoratori Auchan, coinvolti pure gli ipermercati palermitani

Lo sciopero nazionale è previsto lunedì 23 dicembre: i dipendenti incroceranno le braccia per 8 ore. Cinque gli ipermercati siciliani a rischio esubero dopo la dichiarazione di Conad che intende ridurre le superfici di vendita fino al 50%: a Palermo sono Conca d'oro e Palermo Carini

“Il commercio siciliano sta vivendo una fase delicatissima, drammatica. Sono in corso due vertenze che interessano 1.300 lavoratori che in questi giorni manifesteranno tutto il loro disagio con uno sciopero”. Lo afferma Marianna Flauto, segretario generale Uiltucs Sicilia, commentando la situazione che sta interessando i supermercati Fortè del gruppo catanese Meridi legato a Pulvirenti e il passaggio dei supermercati Auchan al gruppo Conad. 

Per quanto riguarda Fortè, lo sciopero è stato proclamato sin da oggi dopo che è saltato il passaggio dei negozi al gruppo Apulia. “La situazione in cui versano i lavoratori Fortè – dice Flauto -  è molto precaria: da mesi non percepiscono alcun reddito e non hanno più le risorse per andare a lavorare. Lo sciopero era un atto dovuto. Il settore vive una situazione di emergenza ed il governo regionale sembra non accorgersi di niente. Sarebbero necessari interventi straordinari che non arrivano. Speriamo che presto venga nominato dal tribunale il commissario che possa proseguire la trattativa con Apulia. Ma il tempo in questo caso non ci è amico. I lavoratori sono allo stato di indigenza”.

Lo sciopero nazionale di Auchan è previsto invece lunedì 23 dicembre. Sono circa 800 i lavoratori interessati nell’Isola. Cinque invece gli ipermercati a rischio esubero dopo la dichiarazione di Conad che intende ridurre le superfici di vendita fino al 50% : a Palermo (Conca d'oro e Palermo Carini), Misterbianco, Porte di Catania e Melilli. I sindacati protestano contro l’incertezza che si è venuta a creare e l’intenzione di Conad di operare una forte riduzione del personale. Lunedì i lavoratori incroceranno le braccia per 8 ore.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento