La Ue punta i riflettori sull’occupazione over 45: in prima fila associazione siciliana

L’associazione Prism, che ha sede a Palermo ed Enna, viene scelta dalla Romania come unico partner italiano insieme ad altre cinque nazioni europee

Come scrivere una mail di presentazione per cercare un lavoro? Come leggere un annuncio online? Come muoversi sui social e in particolare su Linkedin? Nel contesto del mercato del lavoro europeo, oltre il 50% dei candidati utilizza i social media per trovare lavoro. Di loro, il 67% utilizza Facebook e il 35% utilizza Twitter. D'altra parte, l'87% dei reclutatori usa Linkedin per prendere informazioni sui candidati, e il 55% usa Facebook (Jobvite, 2016). In ogni caso, i social media al giorno d'oggi sono uno strumento significativo per il processo di reclutamento e selezione per molte aziende e individui che sono alla ricerca di un lavoro.

Per contro, secondo i dati pubblicati dall’Eurostat, il 28% della popolazione italiana tra i 45 e i 54 anni ha scarse competenze digitali, mentre il 57% delle aziende italiane usa internet per la selezione del personale (fonte: Hays’ Italia Guide - 2017). Per questo l’Unione Europea ha deciso di intervenire e ha messo in moto, attraverso il programma Erasmus+, e la divulgazione delle relative linee guida, un sistema di cooperazione tra Romania, Italia, Portogallo, Grecia, Spagna e Inghilterra, per la creazione di una piattaforma E – Learning (medlit45.eu) che possa dare le giuste risposte di crescita e sviluppo rivolte a questo segmento di popolazione.

A fare da capofila la Romania con la Ong Andctr, che ha coinvolto, unica per l’Italia, l’associazione siciliana Prism, presieduta da Alessandro Melillo, con sede a Enna e a Palermo. “Un’inadeguata cultura digitale è la reale barriera contro un vero sviluppo dell’occupazione – commenta Simone Indovina, project manager di Prism – il progetto, giunto alla sua fase conclusiva, ha l’obiettivo di sviluppare le competenze digitali - media degli adulti disoccupati, con scarse qualifiche, sopra i 45 anni, attraverso strumenti innovativi in ​​modo che siano motivati ​​e in grado di costruire una solida identità professionale online, per rafforzare il loro accesso all’occupazione, portando all’inclusione sociale ed economica.”
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scene da far west ai Danisinni, sparatoria in strada: tre feriti, coinvolta una ragazza

  • "Battute sui siciliani": milanese cacciato da un b&b in centro

  • La mafia imponeva i suoi buttafuori nei locali notturni: scattano 11 arresti

  • Suicidio in carcere, detenuto palermitano di 20 anni si toglie la vita

  • I boss decidevano i buttafuori dei locali: ecco i nomi di tutti gli arrestati

  • Precipita da una balconata: grave giovane palermitano

Torna su
PalermoToday è in caricamento