Mercoledì, 4 Agosto 2021
Economia

Countdown per l'apertura di Lidl: taglio del nastro il 21 dicembre, previste 25 assunzioni

L'amministratore delegato Servizi centrali del gruppo, Emilio Arduino, e l'assessore Emilio Arcuri hanno presentato i dettagli del progetto. Investimento di 10 milioni: sarà ridotta la superficie edificata e incrementato il verde, riaprirà anche via Palatucci

Il cantiere per la costruzione del supermercato Lidl di viale Regione

Per decenni è stato un classico punto di incontro dei palermitani (per successive destinazioni), nonché un luogo simbolo del commercio cittadino: laddove c'era il noto show room di "Salamone & Pullara", il 21 dicembre aprirà un nuovo punto vendita Lidl. Il numero 600 in Italia per la catena di supermercati, il 44esimo in Sicilia, il settimo in città. Previste oltre 25 assunzioni: posti di lavoro che si aggiungono ai 160 che il gruppo ha già creato nei sei punti vendita di Palermo (vai al link).

Con un investimento di oltre 10 milioni di euro, Lidl farà rinascere non solo un'area commerciale, ma contribuirà alla riqualificazione dell'intera zona: diminuendo la superficie edificata e incrementando il verde. Per di più verrà riaperta la via Palatucci, strada tristemente nota per essere diventata una discarica a cielo aperto. Un assist all'amministrazione comunale, che ha "sposato" il progetto malgrado le critiche (fondate e legittime) di chi avrebbe voluto salvaguardare la storica costruzione di "Salamone e Pullara". Ci ha pensato la Sovrintendenza a dirimere la questione, stabilendo che "sull'area non c'è nessun vincolo". Lo ha ribadito Emilio Arduino, amministratore delegato Servizi centrali di Lidl Italia, che oggi assieme all'assessore alla Pianificazione urbana e Territoriale, Emilio Arcuri, ha presentato i dettagli del progetto. 

I cantieri per la costruzione del nuovo supermercato di viale Regione Siciliana - che si estenderà su una superficie vendita di 1.400 metri quadri e avrà 120 parcheggi - sono già partiti. La struttura, realizzata con materiali ecocompatibili, sarà alimentata da fonti rinnovabili e sarà dotata di un impianto fotovoltaico da 55 Kw. Il gruppo punta poi a coniugare interventi di bonifica ambientale riqualificazione urbana: verranno smaltiti 4mila metri quadri di amianto presenti nell'ormai ex area di "Salamone & Pullara" e dismesse 50 tonnellate di materiale edile. Attorno al supermercato sorgerà un'area attrezzata per bambini ad uso pubblico e ci saranno 2mila metri quadri di area verde piantumata. Lidl restiuirà alla collettività anche la via Palatucci, strada transennata dal Comune per evitare l'abbandono illecito di rifiuti e ingombranti. 

Insomma, con i lavori che procedono senza sosta, è scattato il countdown in vista dell'apertura. Al contempo sono scattate le procedure per l'assunzione di oltre 25 tra addetti alla vendita, alla cassa, al rifornimento degli scaffali e al riodino della merce. Le consegne saranno gestite dal magazzino Ldl in Sicilia, che si trova a Misterbianco (Catania). Dopo la "finestra" della scorsa settimana, le offerte di lavoro saranno nuovamente "aperte" a partire da oggi sul sito internet della Lidl e rimarranno online per tre giorni. Tempo di incamerare altri curricula e avviare le selezioni.

"Siamo felici per aver presentato un progetto molto importante sia per Lidl Italia che per Palermo - ha detto Arduino -. Si tratta dell'investimento più sigificativo mai realizzato in Italia per l'apertura di un punto vendita, e sviluppato secondo tre criteri: sostenibilità ambientale, riqualificazione urbana e sviluppo economico sul territorio. Abbiamo recuperato i posti di lavoto persi con la chiusura di 'Salamone & Pullara'. Continueremo a investire sul territorio con l'obiettivo di essere i promotori di un processo di rigenerazione urbana che porti nuova linfa alla comunità".

L'assessore Arcuri, dal canto suo, ha sottolineato "il successo della sinergia tra pubblico e privato", con particolare riferimento "alla rigenerazione urbana e all'attenzione nei confronti del territorio". Sulle critiche relative all'abbattimento dello storico edificio di "Salamone & Pullara", Arcuri si è limitato a dire: "Chi ha sollecitato il recupero dell'esistente non lo ha fatto con spirito polemico. Noi abbiamo preferito che fosse la Sovrintendenza a esprimersi".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Countdown per l'apertura di Lidl: taglio del nastro il 21 dicembre, previste 25 assunzioni

PalermoToday è in caricamento