Panifici, la Regione chiarisce: "Sì ad aperture domenicali se c'è riposo settimanale"

L'assessore alle Attività produttive Mimmo Turano: "Se l'impresa non comunica all'autorità comunale competente il giorno di chiusura scatta il divieto di panificazione nella prima e nella terza domenica di ogni mese"

L'assessore regionale alle Attività produttive, Mimmo Turano, fa chiarezza sulle aperture domenicali dei panifici: "Ogni impresa deve comunicare all'autorità comunale competente, cioè il sindaco, il giorno di chiusura e deve esporre apposito cartello per la clientela. Se non lo fa scatta il divieto di panificazione nella prima e nella terza domenica di ogni mese".

La violazione del decreto comporta una sanzione pari a 400 euro. In caso di recidiva è prevista la chiusura dell’attività fino a sette giorni su disposizione del sindaco, oltre al sequestro della merce e dei mezzi, ma anche un aumento per tre volte della sanzione pecuniaria minima.

Così è stabilito nel decreto assessoriale numero 842 del 2018 che, sottolinea Turano, "dà già la possibilità di scelta ai panificatori". A sollecitare il chiarimento era stato Nino Buscemi, coordinatore regionale dei panificatori di Confesercenti Sicilia. Spetta quindi ad ogni attività decidere se abbassare le saracinesche durante la settimana oppure riposarsi due domeniche al mese. Il decreto garantisce, attraverso la non panificazione nella giornata domenicale, il riposo, la salute ei diritti sia dei titolari delle imprese sia delle maestranze.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a scuola, morta bambina di 10 anni dopo una caduta durante l’ora di educazione fisica

  • Coronavirus, nuova ordinanza: Sicilia diventa zona gialla

  • Sicilia in zona gialla: cosa si può fare e cosa no dal 29 novembre

  • L'esito dell'autopsia sul corpo della piccola Marta: "E' stata stroncata da un malore"

  • Covid, Musumeci firma nuova ordinanza: bar e ristoranti aperti dalle 5 alle 18, ok ai negozi nei festivi

  • Scambio di morti per Covid all'obitorio del Civico, famiglia seppellisce la salma di un altro

Torna su
PalermoToday è in caricamento