Venerdì, 14 Maggio 2021
Economia

Musumeci all'apertura della Bit di Milano: "La Sicilia fra le prime mete preferite al mondo"

Alla Borsa internazionale del turismo, il presidente della Regione annuncia i tre principali obiettivi del suo governo per il 2020: "Destagionalizzare i flussi turistici, riqualificare il segmento culturale e tutelare la tipicità enogastronomica"

"Siamo la regione del Mezzogiorno che ha registrato la maggior crescita nello scorso anno in arrivi e presenze. Siamo fra le prime mete preferite al mondo e vogliamo farci trovare pronti all’appuntamento con questa straordinaria opportunità". A parlare commentando l'apertura della Bit di Milano è il presidente della Regione Nello Musumeci. Il governatore annuncia poi i tre principali obiettivi del suo governo sul fronte del turismo per il 2020: "Destagionalizzare i flussi turistici, riqualificare il segmento culturale e tutelare la tipicità enogastronomica. Lavoriamo - conclude - a un patto pubblico-privato che faciliti l’accessibilità aerea all’Isola e renda più varia e qualificata l'offerta ricettiva. Siamo sulla buona strada”.

Arte, cultura, enogastronomia e tradizioni i settori chiave della partecipazione alla Borsa internazionale del turismo che andrà avanti fino al prossimo 11 febbraio. L'Isola, con il padiglione più grande della manifestazione, cercherà di coinvolgere i partecipanti con tutti e cinque i sensi, attraverso delle particolari installazioni, che permetteranno al visitatore di “toccare con mano” l’immensa bellezza della Regione. Tra queste una piramide di sale: ogni visitatore può portare con sé piccoli “ricordi” di sale, simbolo di nuove sinergie. Ottanta le piccole e medie imprese locali che parteciperanno alla tre giorni milanese per proporre itinerari mozzafiato. Ospiti dello stand anche i tre Comuni fioriti del Palermitano: Gangi, Geraci e Petralia Soprana.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Musumeci all'apertura della Bit di Milano: "La Sicilia fra le prime mete preferite al mondo"

PalermoToday è in caricamento