"In dieci anni più cantieri ma meno lavoratori", appello Cgil all'Anas per nuove assunzioni

La Filt Cgilha inviato una lettera alla direzione generale e al responsabile per la Sicilia chiedendo "di colmare la carenza di personale" perchè "la costante diminuzione dei lavoratori non è più sopportabile"

Più lavoro ma meno lavoratori. E' il paradosso che sta vivendo l'Anas e che viene rilanciato dalla Filt Cgil che ha inviato una lettera alla direzione generale e al responsabile per la Sicilia chiedendo "di colmare la carenza di personale".

"A fronte della politica di investimenti che si sta realizzando – scrivono il segretario generale della Filt Sicilia, Franco Spanò e il segretario aziendale Riccardo Cicero - il numero degli addetti Anas in Sicilia ha subito una costante riduzione legata ai pensionamenti e alla mancanza del turnover”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nella nota il sindacato rileva che “dal 2009 a oggi gli interventi di manutenzione straordinaria necessari per il miglioramento della rete
stradale, hanno subito un'importante positiva impennata con valori che si sono triplicati in dieci anni e che prevedono un'ulteriore crescita per l’anno in corso”. E che “si è avuto anche a un incremento degli interventi per nuove opere tra cui l’ammodernamento della statale 640 (itinerario Agrigento – Caltanissetta) e della SS 121 (itinerario Palermo – Agrigento) che da sole hanno determinato un  finanziamento complessivo superiore al miliardo di euro”. Tuttavia, a fronte di questo, il personale è diminuito: “Si è passati da 705 dipendenti nel 2009  a 588 nel 2017, con una perdita complessiva di 117 unità tra tecnici, amministrativi e personale d’esercizio”. Si aggiungono i pensionamenti degli ultimi mesi. “La costante diminuzione degli operatori Anas nella regione - sostengono Spanò e Cicero - non è più sopportabile in vista anche delle ulteriori previsioni di crescita della spesa, in quanto gli addetti sono costretti a svolgere sempre più attività, alcune delle quali delicate, che determinano anche gravose responsabilità penali”. Sul problema La Filt chiede “un intervento rapido”. “Risolvere la questione del personale dell’Anas - concludono i due esponenti del sindacato - significa potere rafforzare le sue attività istituzionali, dall’esercizio alla progettazione, la direzione lavori e la gestione amministrativa degli appalti laddove gl investimenti pubblici previsti possono costituire volano di sviluppo economico per la ripresa dopo l’emergenza sanitaria da Covid-19”.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trabia, matrimonio da incubo: sposa investita dalle fiamme durante il flambè di benvenuto

  • Chiudono il negozio mentre sono in camerino, mamma e figlia bloccate per 2 ore da Ovs

  • Coronavirus, è record di nuovi contagi in Sicilia (+179): arrivano i primi tamponi rapidi

  • Viale Regione, rapinatori armati di coltello assaltano il Lidl: scatta il fuggi fuggi

  • Coronavirus, 61 i nuovi casi in Sicilia: a Palermo un'altra vittima e un neonato contagiato

  • Sedici anni senza la voce sublime di Giuni Russo, ma a Palermo neanche una via per ricordarla

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento