Economia

L'allarme: "A rischio i 40 lavoratori che svolgono servizio di pulizia nei mezzi Amat"

Mimma Calabrò, segretario generale della Fisascat Cisl Palermo Trapani: "Si è concretizzato quanto avevamo purtroppo temevamo"

"Si è concretizzato quanto avevamo purtroppo temevamo. Ormai è ufficiale: sono a rischio i 40 lavoratori che svolgono servizio di pulizia nei mezzi Amat di Palermo". A dare l'allarme è Mimma Calabrò, segretario generale della Fisascat Cisl Palermo Trapani.

"Abbiamo ricevuto, infatti, comunicazione ufficiale da parte della Euroservice srl, azienda uscente che svolge il servizio in appalto, con la quale anticipa l'apertura della procedura di licenziamento collettivo a seguito della prossima scadenza dell’appalto prevista per il prossimo 30 giugno. Ci troviamo nuovamente di fronte a fenomeni di cannibalismo sociale per questi lavoratori, dal momento che, continuerebbero le interlocuzioni fra Reset e Amat per un nuovo affidamento del servizio di pulizia senza alcuna garanzia per le 40 unità già impiegate - spiega Calabrò -. Si innescherebbe un meccanismo proprio di una di assurda guerra tra poveri con un triplice effetto negativo: i lavoratori che da anni operano all'interno dell'appalto perderebbero il proprio posto di lavoro, i lavoratori Reset che da troppo tempo attendono l'esigibilità degli accordi sottoscritti dovrebbero accontentarsi di una manciata di ore a tempo determinato per pochissime unità, ingenerando altresì un meccanismo discriminatorio nei confronti degli altri loro colleghi Reset - conclude la sindacalista -. Abbiamo già richiesto un incontro all'Amat e al Sindaco di Palermo affinché si possa trovare ogni soluzione a tutela di tutti i lavoratori coinvolti. Noi non ci arrendiamo, non lasceremo da soli i lavoratori che rivendicano il diritto a un lavoro dignitoso".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'allarme: "A rischio i 40 lavoratori che svolgono servizio di pulizia nei mezzi Amat"

PalermoToday è in caricamento