Economia

Almaviva, l'Ugl: "Urge un nuovo locale per i dipendenti"

L'Ugl torna a chiedere con forza alle istituzioni di individuare una sede per i lavoratori dal momento che il contratto d'affitto dei locali di via Cordova è già scaduto da mesi

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Un sit in davanti alla sede dell'Ars "per ottenere risposte concrete in merito al futuro occupazionale di 4.500 lavoratori della sede palermitana di Almaviva".

É l'iniziativa sindacale organizzata dall'Ugl per domani alle 11:00, come si legge in una nota siglata dal segretario provinciale Claudio Marchesini che parteciperà altresì all'audizione che si terrà presso la commissione Attività produttive guidata da Bruno Marziano. "L'Ugl - dichiara Marchesini - torna a chiedere con forza alle istituzioni di individuare una sede per i lavoratori dal momento che il contratto d'affitto dei locali di via Cordova è già scaduto da mesi".

"Questa è una vicenda davvero paradossale - commenta il sindacalista congiuntamente al coordinatore regionale dell'Ugl Telecomunicazioni Giovanni Gorgone - dal momento che l'azienda attualmente non ha problemi di commesse: si rischia tuttavia di chiudere i battenti per via dell'impossibilità di reperire una sede per tutti i dipendenti". Nella nota, il sindacato esprime inoltre "preoccupazione per le conseguenze della delocalizzazione interna in termini di contrazioni dei volumi".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Almaviva, l'Ugl: "Urge un nuovo locale per i dipendenti"

PalermoToday è in caricamento