Economia

Almaviva, congelata la cessione del ramo d'azienda: 3.400 palermitani in ansia

Trattativa infinita, vertice con rappresentanti dell'azienda, del governo regionale e organizzazioni sindacali. L'assessore comunale al Lavoro, Giovanna Marano: "Vicenda di rilevanza nazionale"

Una protesta dei lavoratori Almaviva

"Non possiamo che prendere atto della proposta del Governo della Regione che ha chiesto una proroga di due mesi sul costo del lavoro, affinché entro luglio si possano individuare tutte le forme utili per un rilancio dell'operatività di Almaviva, nel rispetto dei diritti delle lavoratrici e dei lavoratori e del ruolo strategico che i call center svolgono nell'economia di Palermo". A parlare è l'assessore comunale al Lavoro, Giovanna Marano, che ha commentato così l'incontro di oggi al quale hanno partecipato rappresentanti dell'azienda, del governo regionale e organizzazioni sindacali. Da quanto trapela Almaviva Contact avrebbe congelato per i prossimi due mesi le procedure di conferimento del ramo d'azienda per la sede palermitana, dove il gruppo delle telecomunicazioni conta 3.400 lavoratori.

"Per parte nostra - ha sottolineato Marano - l'Amministrazione comunale continuerà a seguire la vicenda che resta comunque, per dimensioni aziendali ed impatto economico, una vertenza nazionale che non riguarda certamente solo la città di Palermo. Il tavolo che verrà insediato dal Governo regionale nelle prossime settimane ha il tempo necessario per ripristinare ed ottenere molte delle condizioni di consolidamento e di prospettiva per il gruppo Almaviva a Palermo".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Almaviva, congelata la cessione del ramo d'azienda: 3.400 palermitani in ansia

PalermoToday è in caricamento