rotate-mobile
Lunedì, 17 Giugno 2024
La vertenza

Lavoratori Almaviva salvi per il 2023, il ministro Urso: "Trovata una soluzione"

Annunciato un provvedimento in consiglio dei ministri per gli operatori che avevano prestato servizio al numero 1500 istituito durante l'emergenza Covid

"Nel prossimo provvedimento in consiglio dei ministri abbiamo trovato una soluzione che consentirà ai lavoratori di Almaviva di essere ancora in attività sino a tutto questo anno 2023". Ad affermarlo il ministro delle imprese e del made in Italy Adolfo Urso a margine del convegno sul soft power in corso all'Ara Pacis, a Roma.

La vertenza riguarda sospensione del numero 1500 istituito dal ministero della Salute durante l'emergenza Covid. Secondo i sindacati, sarebbero a rischio 500 lavoratori impegnati nei siti produttivi di Palermo, Catania, Rende, Napoli e Milano.

Questo il commento del presidente della Regione Siciliana, Renato Schifani: "Il governo nazionale, attraverso il ministero delle Imprese e del made in Italy guidato dal ministro Urso, ha mantenuto l'impegno preso al recente tavolo romano a salvaguardia dei posti di lavori Almaviva per i restanti mesi dell'anno. Un segnale chiaro di attenzione e interesse verso il futuro di questi lavoratori e verso le vertenze occupazionali aperte nell'isola che il governo regionale non può che apprezzare a garanzia e tutela dei lavoratori". 

"Esprimo soddisfazione nei riguardi del ministro Urso e delle rassicurazioni che ha dato ai lavoratori, ad oggi in cassa integrazione - sottolinea l'assessore regionale alle Attività produttive. Edy Tamajo - La disponibilità del ministro del Mimit, rispetto alle problematiche siciliane, è indispensabile per la nostra Isola e per tutto il comparto produttivo. È fondamentale creare sinergie tra le amministrazioni e il tessuto sociale per il bene comune".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lavoratori Almaviva salvi per il 2023, il ministro Urso: "Trovata una soluzione"

PalermoToday è in caricamento