rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Economia

Un nuovo aeroporto in Sicilia: "Valle del Mela, benefici anche per Palermo"

Il presidente della holding indiana, Panchavaktra, fa tappa in Sicilia. L'obiettivo è quello di realizzare uno scalo nel Messinese. La Cisl: "La costruzione di un'opera come questa produrrà occupazione, previsti sviluppi anche nel Palermitano"

Un altro aeroporto nell'Isola. L’ingegnere Mahesh Panchavaktra, presidente della società Panchavaktra di Nuova Delhi, fa tappa in Sicilia. La holding indiana intende investire milioni di euro nell’area industriale della Piana del Mela per costruire un nuovo aeroporto transcontinentale. Nel corso dell’incontro di ieri fra i vertici Irsap Sicilia, i membri del Comitato per l’aeroporto di Messina e Provincia, hanno reso noto a grandi linee il progetto del transcontinental network del Mela, che prevede la costruzione di un aeroporto privato, civile e cargo, nell’area compresa dei comuni della Piana del Mela, come base logistica di scambio transcontinentale con i paesi dell’Oriente, interamente finanziato da capitali privati della holding indiana Panchavaktra Group con un investimento di circa 300 milioni di euro. 

Per la Cisl la posta in palio è troppo alta: "La costruzione di un'opera come questa, produrrà occupazione, direttamente e nell'indotto, e sarà uno strumento al sevizio delle imprese che a loro volta avvieranno diverse forme di sviluppo, non solo dei Nebrodi, ma di una macroarea che si colloca parzialmente anche nelle province di Enna e di Palermo".

“Si tratta di un’opportunità di sviluppo molto interessante per il territorio e per l’utilizzo del patrimonio industriale  disponibile di Messina con ricadute su tutta la regione – ha detto il commissario straordinario Irsap Sicilia, Maria Grazia Elena Brandara  - , opportunità che intendo portare all’attenzione del vice presidente della Regione, Mariella Lo Bello, e del governo regionale in un incontro a stretto giro insieme al Comitato per l’Aeroporto, per meglio approfondire i dettagli di questa operazione di investimento di capitali stranieri in Sicilia, sempre nell’ascolto e nel rispetto del territorio e delle realtà esistenti che ricadono sull’area di interesse”. 

“Il nostro non è solo un business - ha detto il presidente della holding indiana, Mahesh Panchavaktra - ma la volontà di rilanciare un territorio dalle molteplici potenzialità con un’opportunità di lavoro e turismo per la Sicilia. Una volta a regime l’aeroporto svolgerà una duplice funzione, oltre a quella turistica sarà realizzata un’area logistico-commerciale”. Il progetto dello scalo privato a impatto zero nell’area di Milazzo, il primo in Italia, ha già avuto il benestare con atti deliberativi di oltre trenta comuni dell’area di riferimento del Messinese. 

E il referente della Cisl dei Nebrodi Basilio Caruso apre alla possibilità di realizzazione dell'aeroporto transcontinentale. Se l'ipotesi di un aeroporto "risponde a vero - sottolinea Caruso - l'intera classe dirigente della nostra provincia ha il dovere morale di mobilitarsi per verificare la sostenibilità dell'iniziativa, ponendo in essere ogni atto concreto per incoraggiare quelle imprese straniere ad investire nella nostra zona, evitando che ancora una volta, tra lungaggini e cavilli burocratici anche questi potenziali investitori non siano condotti all'esasperazione e costretti ad abbandonare i loro progetti". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un nuovo aeroporto in Sicilia: "Valle del Mela, benefici anche per Palermo"

PalermoToday è in caricamento