Mercoledì, 4 Agosto 2021
Economia

"Imballate tutto, è finita": Adidas chiude all'improvviso al Forum, a casa 6 lavoratori

La comunicazione sarebbe arrivata con i clienti ancora all'interno del negozio. Doccia gelata per i dipendenti. Proclamato sciopero a oltranza: "Nessuno ci aveva preannunciato nulla, valuteremo azioni giudiziarie"

"Imballate tutto, si chiude". Sarebbe stato questo l'ordine ricevuto da sei dipendenti del punto vendita Adidas del Forum. Che in un attimo hanno perso il lavoro. E' successo ieri mattina: una doccia fredda per gli impiegati che all'improvviso - mentre c'erano alcuni clienti all'interno del negozio - sarebbero stati costretti a fermarsi dopo avere ricevuto il diktat aziendale.

Adesso i sei lavoratori del centro commerciale sono in sciopero a oltranza. Protestano - dalle 13 di ieri - davanti al negozio. A sostenere la loro battaglia anche la Filcams Cgil, che sta valutando anche di ricorrere contro l’azienda (Rgf srl) per comportamento anti-sindacale. "Nonostante i dipendenti siano sindacalizzati non c'è arrivata alcuna comunicazione scritta", dice a PalermoToday Laura Di Martino, segretario provinciale della Filcams. Al Forum - che comunque è spettatore "estraneo" della vicenda - la saracinesca dell'Adidas è abbassata.

C'è un cartello con una scritta: "Chiusi per inventario". "Ma ovviamente non è così, l'inventario non c'entra nulla. Purtroppo dall'azienda, a distanza di oltre 24 ore, non abbiamo ottenuto alcuna risposta - aggiunge Laura Di Martino -. Ancora una volta riscontriamo una totale mancanza di comunicazione con il sindacato. Aspettiamo ancora di essere convocati. Non conosciamo i motivi della chiusura improvvisa. Stiamo valutando di intraprendere azioni giudiziarie a tutela dei diritti dei lavoratori". Ieri pomeriggio - alle 19 - uno dei dipendenti ha consegnato le chiavi del negozio a un uomo dell'azienda che però - denunciano i sindacati - si è rifiutato di consegnare il relativo foglio di ricevuta.

Si tratta del secondo punto vendita Adidas che chiude a Palermo dopo quello di piazza Castelnuovo. "Proseguiremo con lo sciopero ad oltranza fino a quando non incontreremo l’azienda", ha aggiunto Monja Caiolo, segretario generale della Filcams di Palermo, che "stigmatizza l'atteggiamento assunto dall'azienda, censurando i gravi comportamenti che ostinatamente si verificano nei confronti dei lavoratori, ledendo la dignità delle persone. Si è creata una situazione incresciosa".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Imballate tutto, è finita": Adidas chiude all'improvviso al Forum, a casa 6 lavoratori

PalermoToday è in caricamento