Piano straordinario per rafforzare i Centri per l’Impiego: 277 assunzioni in Sicilia

Da gennaio a Palermo al via il corso di alta formazione Dems per formare i nuovi consulenti del lavoro. In città arriva anche il sottosegretario al lavoro Di Piazza, per illustrare la fase 2 del Reddito di cittadinanza e le nuove politiche attive del lavoro 

Da gennaio il Dipartimento di Scienze politiche e delle relazioni internazionali (Dems) dell’Università di Palermo, in collaborazione con la Fondazione consulenti per il lavoro, avvierà un corso di alta formazione per qualificare i primi “certificatori” in Italia. Si tratta di esperti, capaci anche di certificare le competenze professionali a livello europeo di chi è alla ricerca di un lavoro. Un esercito di oltre 5 milioni fra disoccupati e precari (2.554.000 disoccupati, 940.801 parasubordinati, 1.585.218 lavoratori a termine, più quelli del Reddito di cittadinanza che non hanno presentato la Disponibilità al lavoro) in Italia. Una media di un candidato ogni 1,5 giorni da occupare.

La cifra in Sicilia sale a 304 candidati per ciascun operatore dei Centri per l'impiego: in pratica uno al giorno. Oggi il sistema del mercato del lavoro conta nei Centri pubblici per l’impiego 8.081 addetti (1.764 in Sicilia) e 3mila navigator (429 in Sicilia) in atto precari con scadenza contrattuale nel 2021, e nelle Agenzie private 10mila operatori, per un totale di 22.681 “esperti” di politiche attive del lavoro.

Il Piano straordinario varato dal governo nazionale per rafforzare i Centri per l’Impiego prevede 4 mila nuove assunzioni entro il 2021 (di cui 277 in Sicilia), ulteriori 6 mila negli anni a seguire e la previsione di stabilizzare più di 1.600 precari, assunti nel 2017 a tempo determinato. Ma già oggi, osserva la Fondazione consulenti per il Lavoro, al mercato del lavoro servirebbero almeno altri 20 mila nuovi esperti, capaci anche di certificare le competenze professionali a livello europeo. Da qui i corsi di alta formazione. Di questo si parlerà domani a Palermo, alle 9, nell’Aula Borsellino (ex Collegio San Rocco), in via Maqueda 324, in occasione del convegno su “Le politiche del lavoro tra istituzioni, persone, aziende e società”.

Alle 15, per fare il punto sulla fase 2 del Reddito di cittadinanza, le nuove politiche attive del lavoro e le professioni oggi più richieste, interverranno - fra gli altri - il sottosegretario al Lavoro, Stanislao Di Piazza; il direttore generale dell’Anpal, Salvatore Pirrone; la ricercatrice dell’Inapp, Rita Porcelli; il vicecoordinatore degli assessori al Lavoro nella Conferenza delle Regioni, Claudio Di Berardino; il vicepresidente della Regione siciliana, Gaetano Armao; il presidente della Fondazione consulenti per il Lavoro, Vincenzo Silvestri; il responsabile del Servizio di Placement del Dems dell’Università di Palermo, Francesco Ceresia; il direttore del Ddems, Alessandro Bellavista.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente in via Pitrè, muore travolto da uno scooter mentre passeggia con il cane

  • "C'è un uomo con un mitra sotto braccio!": panico alla Cala, arrivano le squadre speciali

  • Omicidio di Ana Maria, parla l'ex compagno: "Mi ha detto che aspettava un figlio da me"

  • Poliziotti si fingono inquilini e scovano super latitante in casa: arrestato Pietro Luisi

  • Incidente a Partinico, perde il controllo dello scooter e cade: morto 21enne

  • Zona via Belgio, si suicida lanciandosi dal quarto piano: paura davanti a una scuola

Torna su
PalermoToday è in caricamento