Economia Terrasini

La Bruno Ribadi compra Ti-mi-li: rinasce la birra artigianale fatta col grano di Tumminia

Il prodotto, che prende vita in un birrificio alle pendici dell'Etna, diventa palermitano. Dal mese di marzo si può acquistare nei supermercati. Giuseppe Biundo: "Ora produciamo 15 mila bottiglie al mese ma ci piacerebbe arrivare a un milione e mezzo entro l'estate 2023"

Ti-mi-li, la birra artigianale fatta con il grano di Tumminia, prodotta alle pendici dell'Etna, è diventata palermitana. Il gruppo BM srl, con sede a Terrasini, già proprietario del Birrificio Bruno Ribadi, ha comprato la società che la produce, l'Ars società agricola Srl e rilanciato il prodotto made in Sicily recentemente sbarcato anche nei supermercati.

"La società era in crisi  - racconta a PalermoToday Giuseppe Biundo, fondatore del gruppo Bm srl - , l'ex proprietario, conosciuto per caso, ci ha proposto l'acquisizione, avvenuta poi nel dicembre 2019". L'arrivo della pandemia però ha praticamente stoppato i progetti imprenditoriali. "Adesso - dice Biundo - ci stiamo finalmente affacciando nel nuovo mercato della Grande distribuzione organizzata con risposte importanti". La birra cruda agricola, prodotta con il grano coltivato nei campi di Partinico (4 ettari) e Camporeale (otto ettari), dal mese di marzo si può acquistare nei 150 punti vendita siciliani della catena Famila. A Palermo sono 12.

Presto la Ti-mi-li si potrà trovare anche nei Despar. "Abbiamo chiuso un accordo - continua Biundo - con il gruppo Ergon che distribuisce il marchio e andiamo in distruzione tra dieci giorni". Al momento nel birrificio catanese lavorano due persone e si producono 15 mila bottiglie al mese. "Ci piacerebbe - aggiunge l'imprenditore - triplicare le assunzioni e arrivare a un milione e mezzo di bottiglie prodotte entro l'estate 2023, ma non siamo in grado di pianificare con precisione il futuro a causa dell'emergenza Covid". 

La Ti-mi-li al momento si presenta in due versioni (prima dell'acquisizione ne esistevano sei): la bionda ai 5 cereali e la rossa doppio malto. Due anche i formati: 33 e 66 centilitri. Rivoluzionato anche il packaging, curato dall'agenzia Sevenapp palermitana. L'obiettivo finale del gruppo BM srl è portare il prodotto agricolo e di alta qualità in tutta l'Isola e venderlo ad un prezzo alla portata di tutti: la bottiglia grande costa solo 3 euro e 44 centesimi. Mentre la piccola poco più di 2 euro. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Bruno Ribadi compra Ti-mi-li: rinasce la birra artigianale fatta col grano di Tumminia

PalermoToday è in caricamento