Lunedì, 14 Giugno 2021
Economia Montepellegrino / Via Salvatore Puglisi

British Telecom trova l'accordo per Accenture, salvi i 262 lavoratori

La vertenza aveva tenuto con il fiato sospeso i dipendenti del contact center, ma dal prossimo gennaio torneranno in postazione per Atlanet. Cimini, ad di British Telecom Italia: "Piano industriale a lungo termine. Previsti investimenti per l'innovazione"

Serena Potenza mentre consegna la maglietta al premier Renzi

Accordo siglato per British Telecom per l'acquisizione del ramo d'azienda del contact center palermitano. Buone nuove per i 262 lavoratori di Accenture che nei mesi scorsi hanno vissuto con il fiato sospeso la vertenza, passando alla mobilità ed al rischio licenziamento. La loro "speranza", adesso, si chiama Atlanet. L'amministratore delegato di Bt Italia, Gianluca Cimini, ha parlato di un "piano industriale a lungo termine, che prevede investimenti per l'innovazione delle piattaforme tecnologiche e dei processi". Dal primo gennaio l'intero organico passerà alla società del gruppo British Telecom ed i lavoratori che torneranno in postazione. Ma questa volta nella sede individuata dal Comune in via Puglisi, zona Fiera.

L'accordo è stato firmato al ministero del Lavoro. "Siamo stati diverse volte nella loro sede – spiegano il sottosegretario all'Istruzione Davide Faraone e il consigliere della Quarta circoscrizione Serena Potenza - durante l’occupazione e siamo andati a trovarli anche nel corso della protesta sul tetto dell'azienda di via Ugo La Malfa. Ringraziamo il senso di responsabilità dimostrato da sindacati, lavoratori e da tutti coloro che si sono interessati di questa vicenda. Ringraziamento particolare va infine alla sottosegretaria Teresa Bellanova che ha ascoltato la richiesta del sottosegretario di spostare la vertenza presso il suo ministero. E’ un ottimo risultato per tutti”.

Per trovare una via d'uscita i lavoratori hanno dovuto fare qualche sacrificio, accettando il taglio del 20 per cento previsto sulle retribuzioni che riguarda l'indennità di turno (pari a circa 1.200 euro l'anno) e la cancellazione dei buoni pasto. Saranno mantenuti invece i principi di anzianità e l'orario di lavoro. Soddisfatti anche il sindaco Leoluca Orlando e l'assessore comunale al Lavoro, Giovanna Marano, presenti entrambi alla trattativa che si è svolta al ministero capitolino. "Siamo dinnanzi allo sblocco di una vicenda dura e complessa - spiegano i due - in cui hanno vinto le ragioni del lavoro e della città. Questa amministrazione sin dal primo giorno di vertenza ha accompagnato e sostenuto tutto il percorso sino alla sua soluzione".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

British Telecom trova l'accordo per Accenture, salvi i 262 lavoratori

PalermoToday è in caricamento