Una lettera prima dell'avviso di accertamento a chi non paga il bollo: accordo Aci-Regione

La procedura ha lo scopo di agevolare i contribuenti, in caso di anomalie o errori nel pagamento della tassa. In questo modo, i destinatari potranno regolarizzare il pagamento spontaneamente

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Grazie ad un accordo sottoscritto tra l'assessorato all’Economia e l'Aci quest'ultima metterà a disposizione degli automobilisti l’esperienza maturata nella gestione del bollo. Per agevolare i contribuenti, in caso di anomalie o errori nel pagamento della tassa, la Regione e l’Aci, prima di notificare un avviso di accertamento, invieranno una lettera di cortesia. In questo modo, i destinatari potranno regolarizzare l’errore attraverso il pagamento spontaneo.   

Regione e Aci cooperano già nelle attività di gestione dell’archivio regionale della tassa automobilistica, di informazione e assistenza ai contribuenti in tutte le fasi di gestione del tributo (ricezione, istruzione e definizione delle esenzioni, sospensioni e rimborsi di imposta), nelle fasi di recupero e nell'attivazione di controlli integrati, utilizzando le banche dati disponibili, al fine di contrastare l’evasione della tassa.

La distribuzione capillare degli uffici dell’Aci sul territorio permetterà di affrontare in modo ottimale tutti gli aspetti tecnico-operativi del tributo, di realizzare economie di gestione e di incrementare l’efficienza e la qualità dei servizi verso gli utenti, per evitare che si verifichi un diverso trattamento tra le diverse realtà locali.

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento