Economia Resuttana-San Lorenzo / Via Ugo la Malfa

Call center, operatori 4U senza stipendio da novembre: lunedì nuova agitazione

L'agitazione è stata indetta da Slc Cgil, Fistel Cisl, Uilcom Uil e Ugl telecomunicazioni. Il presidio si terrà davanti alla sede dell'azienda, in via Ettore Majorana dalle 9 alle 14. In 375 rischiano di perdere il lavoro

foto archivio

Prosegue l'agitazione dei lavoratori dell call center 4U. Lunedì i 375 operatori scenderanno in piazza, per il secondo sciopero dall'inizio dell'anno. Dal due gennaio gli operatori sono infatti in stato di agitazione, rivendicano il pagamento degli stipendi di novembre, dicembre e tredicesima, per un totale di circa un milione di euro. 

L'agitazione è stata indetta da Slc Cgil, Fistel Cisl, Uilcom Uil e Ugl telecomunicazioni. Il presidio si terrà davanti alla sede dell'azienda, in via Ettore Majorana dalle 9 alle 14. Martedì si terrà invece un'assemblea per decidere eventuali altre azioni di lotta.

"L'azienda ci ha chiesto di lavorare fino al 31 gennaio senza stipendi. Ma i lavoratori sono molto preoccupati - dice Francesco Brugnone, Rsu della Slc Cgil di Palermo - e dal primo novembre l'azienda ha messo in cassa integrazione 130 dipendenti a rotazione - aggiunge -. E veniamo da due anni di contratti di solidarietà in deroga. Secondo l'azienda nella nostra sede c'è un esubero di 12.600 ore di lavoro, pari a circa 140 persone. La sede 4U di Palermo è rimasta l'unica che svolge servizi operativi. L'azienda si è giustificata del ritardo del pagamento dei nostri emolumenti spiegando che vanta problemi di crediti con le banche, che non concedono più fidi. E di essere in attesa del pagamento da parte dell'Inps del secondo semestre 2013 dei contratti di solidarietà".

Dopo lo sciopero del 2 gennaio, che ha registrato una partecipazione superiore al 90 per cento, le Rsu sono state convocate dall'azienda. "Ci aspettavamo delle indicazioni sul pagamento degli stipendi arretrati - aggiunge Brugnone -. Ma l'azienda ha ribadito di non poter far fronte al pagamento dei nostri stipendi e di aspettare il 31 gennaio, data in cui ipoteticamente dovrebbe pagarci il mese di novembre e consegnarci un piano di rientro. Anche perchè se entro il 31 non potranno pagarci, alle mensilità arretrate si aggiunge quella di gennaio. Se entro l'assemblea già convocata per il 13 non arriveranno novità, i lavoratori sono pronti a nuove giornate di sciopero".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Call center, operatori 4U senza stipendio da novembre: lunedì nuova agitazione

PalermoToday è in caricamento